Visualizza articoli per tag: Unione degli universitari http://w.avvocatomichelebonetti.it Sat, 08 Aug 2020 00:20:22 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it RESISTENZA SU CATANIA http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1249-resistenza-su-catania http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1249-resistenza-su-catania RESISTENZA SU CATANIA

Carissimi,

è di qualche ora fa la notizia del ricorso presentato da una manciata di Vostri Colleghi, ove si lamenta la situazione relativa agli ingressi sovrannumerari presso l’Ateneo di Catania.

Riteniamo di rappresentarVi che lo scrivente, unitamente all’Unione degli Universitari, sta valutando l’opportunità di intervenire in detto procedimento opponendosi alla domanda dei Vostri Colleghi (direttamente e/o indirettamente avanzata contro di Voi).

L’intervento sarà presumibilmente a nome di un costituendo Comitato e dello stesso UDU, rappresentando gli studenti ricorrenti, ma anche i non ricorrenti. Difatti, non tutti gli ammessi hanno posizioni contrarie alla Vostra e riteniamo che alcuni Vostri “contraddittori” abbiano giocato sulle diverse problematiche non comprendendo pienamente la questione, ossia l’assenza di finanziamenti all’Università pubblica; difatti gli altri Paesi Europei ci superano sugli investimenti nel settore dell’Istruzione e della Sanità, sia in termini quantitativi, che in termini percentuali.

L’indomani delle prime vittorie al TAR, dinanzi all’ingresso in sovrannumero nella prima sede scelta (Catania nel Vostro caso), avanzai silenziosamente quella che ritengo da tempo la soluzione più equa, ovvero una sanatoria; ma non partendo dai miei ricorrenti, a cui ho devoluto non solo la difesa ma anche le mie più forti passioni, bensì rivolgendomi in primis agli studenti ammessi.

Questi ultimi lamentano non solo opinabili disfunzioni universitarie, ma la circostanza che soggetti con punteggi più bassi, prossimi allo zero, studiassero vicino casa, diversamente da loro che sono costretti a lasciare i propri affetti ed i loro cari per studiare a Catania. Per questo decisi che qualsivoglia sanatoria dei cosiddetti “riservisti” doveva accompagnarsi alla possibilità di far trasferire anche coloro che avevano superato il test presso la loro prima sede scelta. Il tutto si sarebbe dovuto accompagnare allo scioglimento favorevole della Vostra riserva prima delle sentenze di merito. A mio avviso era questa la soluzione da perseguire, poiché tutti dovevano avere diritto a studiare e non ha senso mandare a Sassari uno studente di Catania e viceversa, soprattutto in assenza di un sistema di borse di studio adeguato.

Tuttavia, la classe politica parlamentare ancora non ha recepito la mia richiesta nonostante la programmazione abbia fallito e prova ne è la recente vicenda delle specializzazioni mediche, ove un ingordo sistema ad imbuto continua a lacerare e dividere i medici, un tempo studenti anche essi.

Da qui la scelta personale di avanzare questo intervento ad opponendum unitamente a tanti ammessi che ci hanno già dato adesione per dimostrare che ci sono tanti studenti ammessi al test che ritengono che anche Voi abbiate diritto a studiare.

Ci preme, comunque, traquillizzarVi sull’esito di tale ricorso, poiché siamo da sempre convinti della fondatezza delle nostre azioni, i cui principi si richiamano alla nostra Costituzione. Con il massimo rispetto per le autorevoli difese avversarie, ritengo che vi siano dei profili formali in grado di caducare, senza neanche entrare nel merito, le tesi di parte avversa.

Vi rimettiamo in allegato la procura da inviare in originale, una volta compilata e sottoscritta, allo studio legale Avv. Michele Bonetti & Partners - Via S. Tommaso d’Aquino n. 47, 00136 Roma - per mezzo di raccomandata a.r, nonché scansionata al presente indirizzo mail (info@avvocatomichelebonetti.it) ed al numero di fax 06.64564197, entro e non oltre il 9 giugno 2015, rappresentandoVi che non Vi richiederò onorari per dette azioni anche a nome dell’UDU Catania, in persona del suo legale rappresentante, nostro grande combattente in prima linea, Giuseppe Campisi, e deducendo, altresì, che l’azione verrà avanzata con carattere erga omnes, ossia per tutti a prescindere dall’adesione.

Sempre con Voi e dalla Vostra parte, non Vi abbandoneremo mai!

I miei più cari saluti,

Avv. Michele Bonetti.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Tue, 02 Jun 2015 09:23:20 +0000
Pubblicate le graduatorie con bonus maturità, ancora tantissime discriminazioni: continuiamo con i ricorsi contro il numero chiuso! http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/690-pubblicate-le-graduatorie-con-bonus-maturit%C3%A0-ancora-tantissime-discriminazioni-continuiamo-con-i-ricorsi-contro-il-numero-chiuso http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/690-pubblicate-le-graduatorie-con-bonus-maturit%C3%A0-ancora-tantissime-discriminazioni-continuiamo-con-i-ricorsi-contro-il-numero-chiuso Pubblicate le graduatorie con bonus maturità, ancora tantissime discriminazioni: continuiamo con i ricorsi contro il numero chiuso!

Questa mattina sono state pubblicate le graduatorie comprensive del bonus per l’ammissione ai corsi a numero chiuso.

Come avevamo denunciato l’ammissione in sovrannumero determinata dal DL scuola che oggi si è concretizzata, di fatto, è un palliativo estremamente parziale che comunque risolve solo una piccola parte dei problemi derivanti dal bonus maturità.

Il problema dell’accesso, però, deve trovare una soluzione diversa e definitiva che garantisca gli studenti nella scelta del loro percorso di studi.

Per questo l’UDU continua la propria battaglia contro i test e il numero chiuso: per dimostrare quanto questo sistema danneggi migliaia di studenti e studentesse che ogni anno tentano, come alla lotteria, di entrare nel corso di studi da loro scelto.

Gianluca Scuccimarra Coordinatore Unione degli Universitari “Con la pubblicazione delle nuove graduatorie è possibile vedere come la soluzione trovata con il DL scuola sia fortemente limitata: poco più di 2.000 nuovi studenti sono ammessi in sovrannumero a fronte degli 80.000 rimasti fuori dopo la prima graduatoria! Per capire la parzialità di questo provvedimento e le ulteriori discriminazioni che pone in essere, basta vedere che, con la graduatoria pubblicata oggi, entrano solo studenti con bonus che hanno un punteggio maggiore o uguale a 43,40, addirittura 5 punti in più rispetto a coloro che sono rientrati nella prima graduatoria senza bonus!”

Conclude Scuccimarra ” Queste graduatorie sono la riprova delle ulteriori disparità che si sono venute a creare con le soluzioni spot messe in campo: ancora una volta migliaia sono gli studenti danneggiati dai test d’ingresso. Continueremo con i nostri ricorsi per tutelare, non una effimera parte, ma tutti gli studenti. Da chi ha provato il test sapendo di avere il bonus maturità (poi tolto) e che oggi non rientra in sovrannumero, chi il test l’ha sostenuto tentando il tutto per tutto convinto di essere penalizzato dal non avere punti in più, fino a chi il test non l’ha nemmeno provato poiché non beneficiava del bonus! Le vittorie ottenute negli anni e in questi giorni con i nostri ricorsi sono la dimostrazione di quanto il sistema del numero chiuso sia discriminante ma sopratutto lesivo della libertà di scelta del percorso di studio per migliaia di studenti e studentesse ogni anno. Continueremo con i ricorsi, ma sopratutto, a denunciare un sistema che danneggia tutti, anche il Paese!”

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Thu, 19 Dec 2013 16:49:08 +0000
Il Governo perde contro l’UDU sui ricorsi sul bonus maturità: piovono i decreti: dalla Sapienza, a Bari fino a Palermo. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/677-il-governo-perde-contro-l%E2%80%99udu-sui-ricorsi-contro-il-bonus-maturit%C3%A0-piovono-i-decreti-dalla-sapienza-a-milano-fino-a-palermo http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/677-il-governo-perde-contro-l%E2%80%99udu-sui-ricorsi-contro-il-bonus-maturit%C3%A0-piovono-i-decreti-dalla-sapienza-a-milano-fino-a-palermo Il Governo perde contro l’UDU sui ricorsi sul bonus maturità: piovono i decreti: dalla Sapienza, a Bari fino a Palermo.

Abbiamo assistito in questi mesi ad una serie di contraddizioni da parte del Governo nella gestione dei test d’ingresso all’università. Prima fu messo un bonus di 10 punti in base al voto di maturità; poi, rendendosi conto di aver sbagliato, cambiarono questi punti; infine li levarono ai ragazzi mentre compilavano il test, cercando di accedere all’università.

Infine la ciliegina sulla torta: un emendamento approvato alla camera e al senato per far entrare gli esclusi sbandierato ai 4 venti anche se concerne pochissime persone.

Di fronte all’ennesima violazione delle regole della legalità e dei principi democratici, l’Unione degli Universitari ha deciso di inoltrare al Tar del Lazio una serie di ricorsi al Tar, patrocinati dagli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia dello studio legale Bonetti & Partners.

Il Tar del Lazio per il tramite di decreti cautelari emessi dalla Sezione III Bis, Presidente Dott. Massimo Luciano Calveri ha ammesso con riserva i nostri ricorrenti col bonus, invitando il Ministero a provvedere il prima possibile sulla questione delle graduatorie del bonus.

Leggi di noi sul corriere della sera

http://scuola.corriere.it/2013/11/27/bonus-maturita-ludu-annuncia-ammessi-con-riserva-i-nostri-ricorrenti-ora-le-graduatorie/

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Thu, 28 Nov 2013 16:59:27 +0000
Per il Corriere dell'Università Job l'Avv. Bonetti - Numero chiuso: il titolo si prende all’estero. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/564-per-il-corriere-delluniversit%C3%A0-job-lavv-bonetti-numero-chiuso-il-titolo-si-prende-all%E2%80%99estero http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/564-per-il-corriere-delluniversit%C3%A0-job-lavv-bonetti-numero-chiuso-il-titolo-si-prende-all%E2%80%99estero Per il Corriere dell'Università Job l'Avv. Bonetti - Numero chiuso: il titolo si prende all’estero.

L’avv. Michele Bonetti dell’Unione degli Universitari nella sua rubrica mensile su “il Corriere dell’Università Job” - mensile che propone approfondimenti sulla politica universitaria, con informazioni e guide di orientamento per studenti, docenti e addetti ai lavori - ha affrontato il tema degli studenti che, rimasti esclusi dall’ingresso all’università per il numero chiuso, anziché smettere di studiare, tentano la carta delle università straniere.

Nell’intervista sul predetto mensile - che opera da quindici anni nell’editoria universitaria ed è promotore di molte iniziative speciali dedicate ai giovani - egli ha affermato che numerosi studenti, fra i circa quarantaduemila ragazzi che studiano, oggi, all’estero, vorrebbero ritornare in Italia, tuttavia gli Atenei che consentono in concreto il trasferimento dall’Estero sono la minoranza.

Infatti, ogni anno le Università, mediante la pubblicazione di appositi bandi, in ottemperanza alle indicazioni ivi contenute ed usando la modulistica dalle stesse fornita, permettono agli studenti interessati di richiedere il rilascio del nulla osta al trasferimento. Non di rado, Accade, però, che l’Università ostacoli l’ottenimento del nulla osta da parte dello studente, emettendo un provvedimento di diniego, quasi sempre carente di idonea ed esaustiva motivazione, illogico e contraddittorio.

L’Avv. Bonetti ha spiegato che una via d’uscita per questi ragazzi c’è : il rimedio consiste nella possibilità di impugnare il provvedimento di diniego dinanzi al Tar entro sessanta giorni; il Legale deve richiedere la c.d. sospensiva, ovvero un provvedimento che consente di immatricolarsi in due mesi circa dall’inoltro del ricorso.

Bisogna precisare che da molti anni l’Unione degli Universitari, per il tramite dello Studio legale Avvocato Michele Bonetti & Partners, patrocina le cause sui trasferimenti, in quanto l’emanazione di provvedimenti di tal specie da parte degli Atenei si configura quale lesione irrimediabile del diritto allo studio, che com’è noto, è un diritto costituzionalmente tutelato e non può essere compresso; dopo anni e anni di battaglie è definitivamente passato questo principio: quando vi sono i posti rimasti liberi e non assegnati a nessuno ci si può trasferire dall’estero.

In allegato il testo completo dell'intervista.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) News Mon, 03 Jun 2013 17:40:45 +0000
Per il Corriere dell'Università Job l'Avv. Bonetti - Numero chiuso: il titolo si prende all’estero. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/542-per-il-corriere-delluniversit%C3%A0-job-lavv-bonetti-numero-chiuso-il-titolo-si-prende-all%E2%80%99estero http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/542-per-il-corriere-delluniversit%C3%A0-job-lavv-bonetti-numero-chiuso-il-titolo-si-prende-all%E2%80%99estero Per il Corriere dell'Università Job l'Avv. Bonetti - Numero chiuso: il titolo si prende all’estero.

L’avv. Michele Bonetti dell’Unione degli Universitari nella sua rubrica mensile su “il Corriere dell’Università Job” - mensile che propone approfondimenti sulla politica universitaria, con informazioni e guide di orientamento per studenti, docenti e addetti ai lavori - ha affrontato il tema degli studenti che, rimasti esclusi dall’ingresso all’università per il numero chiuso, anziché smettere di studiare, tentano la carta delle università straniere.

Nell’intervista sul predetto mensile - che opera da quindici anni nell’editoria universitaria ed è promotore di molte iniziative speciali dedicate ai giovani - egli ha affermato che numerosi studenti, fra i circa quarantaduemila ragazzi che studiano, oggi, all’estero, vorrebbero ritornare in Italia, tuttavia gli Atenei che consentono in concreto il trasferimento dall’Estero sono la minoranza.

Infatti, ogni anno le Università, mediante la pubblicazione di appositi bandi, in ottemperanza alle indicazioni ivi contenute ed usando la modulistica dalle stesse fornita, permettono agli studenti interessati di richiedere il rilascio del nulla osta al trasferimento. Non di rado, Accade, però, che l’Università ostacoli l’ottenimento del nulla osta da parte dello studente, emettendo un provvedimento di diniego, quasi sempre carente di idonea ed esaustiva motivazione, illogico e contraddittorio.

L’Avv. Bonetti ha spiegato che una via d’uscita per questi ragazzi c’è : il rimedio consiste nella possibilità di impugnare il provvedimento di diniego dinanzi al Tar entro sessanta giorni; il Legale deve richiedere la c.d. sospensiva, ovvero un provvedimento che consente di immatricolarsi in due mesi circa dall’inoltro del ricorso.

Bisogna precisare che da molti anni l’Unione degli Universitari, per il tramite dello Studio legale Avvocato Michele Bonetti & Partners, patrocina le cause sui trasferimenti, in quanto l’emanazione di provvedimenti di tal specie da parte degli Atenei si configura quale lesione irrimediabile del diritto allo studio, che com’è noto, è un diritto costituzionalmente tutelato e non può essere compresso; dopo anni e anni di battaglie è definitivamente passato questo principio: quando vi sono i posti rimasti liberi e non assegnati a nessuno ci si può trasferire dall’estero.

In allegato il testo completo dell'intervista.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Trasferimenti dall'estero, dall'Unione europea e dall'Albania Mon, 03 Jun 2013 13:22:46 +0000
RICORSI UDU CONTRO IL NUMERO CHIUSO: COME ADERIRE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/446-ricorsi-udu-contro-il-numero-chiuso-come-aderire http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/446-ricorsi-udu-contro-il-numero-chiuso-come-aderire RICORSI UDU CONTRO IL NUMERO CHIUSO: COME ADERIRE
  1.                                                                                                       RICORSO STRAORDINARIO COLLETTIVO E RICORSI INDIVIDUALI

  • Considerando che il rimedio del ricorso straordinario è per molte università non più attuabile, la nostra associazione e lo Studio Legale Michele Bonetti & Partners consigliano, considerando la scadenza dei termini, di aderire al ricorso amministrativo in via di autotutela da inoltrare anche come formale istanza/petizione ai competenti organi.

A tale azione potranno partecipare tutti gli aspiranti studenti senza discriminazione alcuna mandando una mail con i propri dati a: ricorsi@unionedegliuniversitari.it indicando il proprio nome, cognome, indirizzo e-mail, numero di cellulare, facoltà e punteggio conseguito.

Vi preghiamo, al fine di coadiuvarci, di mandare tale mail esclusivamente all’indirizzo suindicato.

                                                                                                              

  1. Solo ed esclusivamente i soggetti i cui termini per proporre ricorso straordinario non sono scaduti, ovvero entro e non oltre 120 giorni dalla prima pubblicazione della graduatoria (non sono proponibili come date di riferimento le successive date di pubblicazione della graduatoria) e che intendono effettuare ricorsi individuali, possono contattare direttamente lo studio legale Avvocato Michele Bonetti &inoltrando una mail al seguente indirizzo: info@avvocatomichelebonetti.it

Per quanto concerne le facoltà di Medicina, Odontoiatria i termini sono in quasi tutti gli Atenei scaduti; si rappresenta che per facoltà con test locali non sarà applicabile la prossima pronuncia della Corte Costituzionale.

Visto il pochissimo tempo a disposizione, non sono concretamente possibili i ricorsi semi-collettivi, tranne casi particolari o diretta proposizione da parte della Vostra tramite amici e conoscenti.

Specifichiamo che l’Unione degli Universitari e lo studio legale Avvocato Michele Bonetti & Partners si faranno carico di tutte le spese relative al ricorso collettivo e che, in ogni caso, i nostri aderenti con tale segnalazione saranno seguiti anche per successive azioni dell’Unione degli Universitari contro il numero chiuso.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) News Tue, 15 Jan 2013 14:43:27 +0000
La fine del numero chiuso all'Università http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/439-la-fine-del-numero-chiuso-alluniversit%C3%A0 http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/439-la-fine-del-numero-chiuso-alluniversit%C3%A0 La fine del numero chiuso all'Università

Il Tar del Lazio, presieduto dal Dott. Franco Bianchi, nell’attesa del giudizio sulla costituzionalità del numero chiuso da parte della Corte Costituzionale, ha ammesso all’università con riserva decine di studenti, tutti ricorrenti patrocinati dallo Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners, esclusi per non aver raggiunto il punteggio minimo previsto dal concorso di ammissione. “E’ la fine del numero chiuso italiano” commenta il coordinatore Udu, Michele Orezzi.

Per il Tar del Lazio sussistono i presupposti per l'ammissione con riserva – si legge in una delle ordinanze pubblicate – per «l'illogicità della previsione di un punteggio minimo applicabile che non consente lo scorrimento della graduatoria in presenza di posti vacanti derivanti dal mancato riempimento integrale della stessa all'esito della prova selettiva».

In particolare, con gli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, si contestava il decreto ministeriale che limitava il numero degli iscrivibili a livello nazionale a 10.173 studenti. I ricorrenti sollecitano l'abolizione del numero chiuso in favore della creazione di una graduatoria unica nazionale per le immatricolazioni. Nell'ammettere con riserva decine di studenti, il Tar ha ritenuto di accogliere le richieste dei ricorrenti almeno «sino alla definizione del giudizio da parte della Corte costituzionale».

«È la fine del numero chiuso italiano - ha commentato il coordinatore nazionale Udu, Michele Orezzi - È stato fatto il più grande passo in avanti di sempre verso un'università libera, senza ostacoli d'accesso. Ora attendiamo di essere convocati per ridisegnare un modello di accesso libero che non lasci gli studenti sulla porta delle università con nelle mani i sogni di una vita infranti prima ancora di potersi giocare la propria possibilità».

«I Tar italiani – hanno aggiunto i patrocinatori dei ricorsi, gli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia - stanno dimostrando una grande sensibilità. Al Tar di Campobasso hanno sospeso tutto il concorso; i Tar Abruzzo, Marche e Sardegna hanno fatto rientrare da Romania, Spagna e Belgio i nostri ricorrenti, tutti costretti ad emigrare all'estero; il Tar Firenze ha ammesso quasi 200 ricorrenti all'Ateneo di Pisa; qualche giorno fa è saltato il numero chiuso a Scienze della formazione a Cosenza e L'Aquila.

Adesso il Tar Lazio conferma che se i posti ci sono vanno occupati anche se i concorrenti non hanno raggiunto la soglia al test di accesso».

Vai alla rassegna stampa

Repubblica del 13 gennaio

Repubblica del 12 gennaio

Il Messaggero

Ansa nazionale

Corriere della sera

Corriere della sera del 15 gennaio

Corriere Nazionale

Il Secolo XIX

Il Manifesto

Il Giornale

Giornale di Sicilia

Gazzetta di Modena

La Nuova Sardegna

Tempostretto

Messinaora

Orizzonte Scuola

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Fri, 11 Jan 2013 17:09:31 +0000