Visualizza articoli per tag: ottemperanza http://w.avvocatomichelebonetti.it Fri, 07 Aug 2020 23:54:45 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it ACCESSO A MEDICINA: MINISTERO NON IMMATRICOLA I RICORRENTI. IL CONSIGLIO DI STATO LO COMMISSARIA. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/2085-accesso-a-medicina-ministero-non-immatricola-i-ricorrenti-il-consiglio-di-stato-lo-commissaria http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/2085-accesso-a-medicina-ministero-non-immatricola-i-ricorrenti-il-consiglio-di-stato-lo-commissaria ACCESSO A MEDICINA: MINISTERO NON IMMATRICOLA I RICORRENTI. IL CONSIGLIO DI STATO LO COMMISSARIA.

Il Consiglio di Stato è tornato a pronunciarsi sui ricorsi per l’accesso a Medicina e Chirurgia per l’anno corrente, patrocinati dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia.

Infatti, dopo gli accoglimenti del mese precedente, mediante il quale il Giudice Amministrativo aveva disposto l’ammissione dei ricorrenti in prima sede, il Ministero e le Università, in molti casi, non hanno dato seguito a tali provvedimenti, non consentendo agli studenti vincitori di poter, fattivamente, prendere parte alle lezioni (attualmente on line e dunque a distanza ma comunque attive in moltissimi Atenei).

Il Consiglio di Stato, accogliendo il ricorso degli Michele Bonetti e Avvocati Santi Delia ha imposto l’immediata immatricolazione evidenziando come “nonostante due decreti di accoglimento dell’istanza cautelare, non si è ancora conclusa l’esecuzione di quanto ivi disposto, nonostante l’Università abbia già predisposto lezioni ed esami a distanza tramite la piattaforma  https://elearning, “che dunque va disposta senza ulteriore ritardo l’immatricolazione dell’appellante al corso di laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università e, in caso di ulteriore inottemperanza successiva al decimo giorno dal presente decreto, la nomina di un commissario ad acta”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Numero chiuso Sat, 11 Apr 2020 15:36:08 +0000
L’UFFICIO SCOLASTICO NON OTTEMPERA ALLA PRONUNCIA DEL GIUDICE E VIENE COMMISSARIATO CON CONDANNA A 2.000 € DI SPESE. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1760-l-ufficio-scolastico-non-ottempera-alla-pronuncia-del-giudice-e-viene-commissariato-con-condanna-a-2-000-di-spese http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1760-l-ufficio-scolastico-non-ottempera-alla-pronuncia-del-giudice-e-viene-commissariato-con-condanna-a-2-000-di-spese L’UFFICIO SCOLASTICO NON OTTEMPERA ALLA PRONUNCIA DEL GIUDICE E VIENE COMMISSARIATO CON CONDANNA A 2.000 € DI SPESE.

Il Consiglio di Stato torna nuovamente a pronunciarsi sulla vicenda del c.d. Concorsone docenti svoltosi nel 2016, accogliendo le doglianze di una ricorrente, in possesso della laurea in lettere e materie letterarie, illegittimamente esclusa dalla procedura concorsuale per mancanza del titolo di abilitazione all’insegnamento.
I giudici di Palazzo Spada, in accoglimento del ricorso avanzato dagli Avv.ti Michele Bonetti e Santi Delia volto a dare esecuzione ad un precedente provvedimento emesso, hanno stigmatizzato il comportamento dell’Ufficio Scolastico Regionale interessato, giudicandolo “manifestamente elusivo del giudicato cautelare”.
Già in precedenza, difatti, il massimo organo della Giustizia Amministrativa, aveva rilevato che “il danno dedotto, inerente alla mancata immissione dell’appellante nella graduatoria finale di merito, sussiste e appare grave e irreparabile”.
Ulteriormente, il Consiglio di Stato ha disposto il commissariamento, nonché la condanna alle spese legali, dell’Amministrazione resistente tenendo conto della pregressa inesatta esecuzione dell’ordinanza resa nel giudizio d’appello.
“Siamo soddisfatti per questa vittoria” - commenta l’Avv. Michele Bonetti - “il Consiglio di Stato, condividendo le censure proposte in ordine all’inesatta esecuzione dell’ordinanza cautelare, e soprattutto al possesso del titolo di ammissione al concorso, ha riconosciuto un fondamentale diritto per la vita non solo professionale dell’istante”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Mon, 29 Jan 2018 12:36:10 +0000
Riunione a Roma il 28 dicembre 2016 ore 15:00 per i soli ricorrenti dell’ottemperanza dell’AT Milano con un punteggio utile ad ottenere la convocazione http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1535-riunione-a-roma-il-28-dicembre-2016-ore-15-00-per-i-soli-ricorrenti-dell-ottemperanza-dell-at-milano-con-un-punteggio-utile-ad-ottenere-la-convocazione http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1535-riunione-a-roma-il-28-dicembre-2016-ore-15-00-per-i-soli-ricorrenti-dell-ottemperanza-dell-at-milano-con-un-punteggio-utile-ad-ottenere-la-convocazione Riunione a Roma il 28 dicembre 2016 ore 15:00 per i soli ricorrenti dell’ottemperanza dell’AT Milano con un punteggio utile ad ottenere la convocazione

Mercoledì 28 dicembre 2016 alle ore 15:00 presso lo studio legale Avv. Michele Bonetti & Partners sito in Roma in via San Tommaso d’Aquino n. 47, si terrà una riunione con i docenti in possesso di diploma di maturità magistrale che sono stati inseriti nelle GAE della provincia di Milano, con un punteggio uguale o superiore all’ultimo dei convocati, ma che sono stati pregiudicati della nota MIUR.AOOUSPMI.REGISTRO UFFICIALE(U).0021711.06-12-20168422 del 6 dicembre 2016 dell’USR Lombardia, Ambito Territoriale di Milano, che dispone l’impossibilità di convocare per la stipula dei contratti gli insegnanti inseriti in GAE dopo l’8 settembre 2016.

Come noto, la decisione dell’USP è del tutto illegittima e non rispetta compiutamente la decisione del Giudice Amministrativo che non ha sottoposto la possibilità di stipula dei contrati ad alcuna condizione, pertanto abbiamo già proposto ricorso per ottemperanza.

Tutti coloro che hanno un punteggio uguale o superiore all’ultimo dei convocati, pertanto, sono invitati ad intervenire alla suddetta riunione per discutere del da farsi.

Invitiamo, invece, tutti coloro che hanno un punteggio inferiore all’ultimo dei convocati dall’USP di Milano a non partecipare alla riunione per favorire una maggiore fluidità della stessa nella quale non saranno trattate situazioni differenti della detta illegittimità.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Tue, 20 Dec 2016 18:01:51 +0000
PARTE IL RICORSO IN OTTEMPERANZA PER I DIPLOMATI MAGISTRALI CHE SONO IN POSSESSO DI UN PROVVEDIMENTO CAUTELARE COLLEGIALE (C.D. ORDINANZA) CHE NON È STATO ESEGUITO DALL’AMMINISTRAZIONE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1520-parte-il-ricorso-in-ottemperanza-per-i-diplomati-magistrali-che-sono-in-possesso-di-un-provvedimento-cautelare-collegiale-c-d-ordinanza-che-non-e-stato-eseguito-dall-amministrazione http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1520-parte-il-ricorso-in-ottemperanza-per-i-diplomati-magistrali-che-sono-in-possesso-di-un-provvedimento-cautelare-collegiale-c-d-ordinanza-che-non-e-stato-eseguito-dall-amministrazione PARTE IL RICORSO IN OTTEMPERANZA PER I DIPLOMATI MAGISTRALI CHE SONO IN POSSESSO DI UN PROVVEDIMENTO CAUTELARE COLLEGIALE (C.D. ORDINANZA) CHE NON È STATO ESEGUITO DALL’AMMINISTRAZIONE

Gentilissimi,

con la presente Vi segnaliamo l’opportunità per tutti i diplomati magistrali in possesso di provvedimento favorevole a cui le Amministrazioni non hanno ancora ottemperato la possibilità di effettuare ricorso per ottemperanza che, si ricorda, sino ad oggi non è stato effettuato in quanto non previsto per i decreti monocratici.

Potranno partecipare a tale ricorso solo ed esclusivamente i ricorrenti che sono in possesso di un provvedimento cautelare collegiale (c.d. ordinanza) che non è stato eseguito dall’amministrazione ed in particolare coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni:

-          ad oggi non sono stati ancora inseriti in GAE;

-          sono stati inseriti con riserva ma non sono stati convocati né per contratti a tempo determinato né per contratti a tempo indeterminato nonostante la loro utile posizione in graduatoria;

-          soggetti inseriti in GAE che si vedono superati da soggetti con punteggi inferiori a causa della riserva.

Non possono partecipare a tale azione coloro che sono stati inseriti in GAE ed hanno problemi sul punteggio o problematiche particolari non inerenti l’esecuzione del provvedimento cautelare.

Trattandosi di una nuova azione giudiziaria che si svolgerà innanzi al TAR Lazio dovrà essere versata la somma di € 75,00.

Modalità di adesione:

  1. compilare il seguente form: https://goo.gl/forms/Sgx3CMg12eX7Zdl62
  2. successivamente inviare tramite mail all’indirizzo gloria.amorosi@avvocatomichelebonetti.it (indicare nell’oggetto OTTEMPERANZA DIPLOMA MAGISTRALE) la seguente documentazione entro e non oltre il 30 novembre 2016 (a pena di esclusione):

-          procura (compilata e firmata) in duplice copia;

-          copia della carta d’identità;

-          copia dell’avvenuto bonifico.

  1. Inviare tramite raccomandata entro e non oltre il 30 novembre 2016 (a pena di esclusione) la documentazione di cui al punto due all’indirizzo

STUDIO LEGALE MICHELE BONETTI

Via di San Tommaso d'Aquino, 47
00136 ROMA

Per il pagamento è possibile effettuare il bonifico alle coordinate bancarie allegate inserendo come causale la seguente formula: OTTEMPERANZA + Cognome e Nome del ricorrente (colui che ha presentato ricorso).

N.B.: qualora non venissero rispettate pedissequamente le disposizioni suddette entro i termini descritti non sarà possibile partecipare alla fase d’ottemperanza.

In allegato:

- procura ad litem.

- coordinate bancarie.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 10 Nov 2016 16:22:56 +0000
Primi ingressi in GAE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1317-primi-ingressi-in-gae http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1317-primi-ingressi-in-gae Primi ingressi in GAE

Con decreto del 21 luglio il Consiglio di Stato ha disposto l’ammissione nelle GAE per un gruppo di ricorrenti facenti parte dello stesso contenzioso per oltre tremila ricorrenti.

Il Consiglio di Stato con decreto monocratico ha accolto l’istanza del ricorso patrocinato dagli Avvocato Michele Bonetti, Santi Delia e Umberto Cantelli per conto delle associazioni Adida e La Voce dei Giusti, censurando il comportamento del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca che non dava seguito all’ammissione nelle GAE per oltre tremila ricorrenti costringendoli a rimanere “congelati” in graduatoria senza possibilità di ottenere incarichi a tempo determinato e indeterminato e che ora, grazie a questo decreto, saranno stabilizzati. Ora 3000 ricorrenti potranno entrare in ruolo.

Il Consiglio di Stato, ravvisando un’estrema gravità e urgenza, ha assegnato al Ministero 15 giorni per eseguire i provvedimenti che immettono in GAE i precari dando a questi la possibilità di fruire del piano assunzioni della Buona Scuola che si sta attuando in questi giorni” commentano gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia “Trattasi di una grave inottemperanza a un provvedimento dell’autorità giudiziaria censurato dal Consiglio di Stato con la nomina, fin da ora, di un Commissario per vigilare su detti provvedimenti favorevoli prevedendo che, in caso di ulteriore inottemperanza, addirittura il Prefetto di Milano provveda all’esecuzione”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Thu, 23 Jul 2015 08:44:56 +0000
Proroga campagna per gli insegnanti http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1310-proroga-campagna-per-gli-insegnanti http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1310-proroga-campagna-per-gli-insegnanti Proroga campagna per gli insegnanti

A seguito di numerose richieste abbiamo deciso di prorogare fino a venerdì 24 luglio 2015 l'adesione ai seguenti ricorsi:

1. Ricorso per ottemperanza per gli insegnati diplomati magistrali che hanno ottenuto il provvedimento favorevole del Consiglio di Stato;

2. Ricorso al TAR per ottenere l'ammissione in GAE per i diplomati magistrali, congelati, depennati e laureati in SFP;

3. Ricorso al Giudice del Lavoro per l'inserimento in GAE.

 

I ricorsi di tutti coloro che hanno già inoltrato le adesioni partiranno immediatamente.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Wed, 15 Jul 2015 18:31:18 +0000
Ricorso per Ottemperanza http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1300-ricorso-per-ottemperanza http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1300-ricorso-per-ottemperanza Ricorso per Ottemperanza

Carissimi,

con rammarico e su sollecitazioni, per adoperare un eufemismo, “molto forti” di molti di Voi, anche al fine di non spaccare il gruppo, è stato deciso di procedere immediatamente al deposito di un esposto penale, che chiederò di firmare al legali rappresentanti delle associazioni, ove valuteremo l’opportunità di enunciare l’inottemperanza ad un provvedimento dell’autorità giudiziaria e/o un abuso d’ufficio.

Unitamente sono stati contattati alcuni parlamentari per il deposito di interrogazioni parlamentari che stiamo completando. Inoltre, come a Voi noto, dalle numerose diffide passeremo immediatamente all’ottemperanza.

Per tali incombenze Vi richiediamo un fondo spese di euro 100,00 da versarsi alle coordinate bancarie che Vi allego.

Ovviamente il pagamento non concerne coloro che sono stati già immessi con riserva e a pieno titolo (cioè non con la riserva ex art. 6 comma 6 del D.M. 235/2014) nelle graduatorie ad esaurimento.

Vi alleghiamo la procura da compilare e spedire, congiuntamente alla copia del bonifico effettuato, anticipata via e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it, nonché via fax al numero 06.64564197, nonché spedita a mezzo raccomandata a.r. in originale presso lo Studio Legale Avv. Michele Bonetti, via San Tommaso d’Aquino n.47, 00136 - Roma.

Sulla busta dovrà scrivere “OTTEMPERANZA DIPLOMA MAGISTRALE”.

Detta documentazione dovrà pervenire presso il nostro studio il prima possibile e, in ogni caso, entro e non oltre il 10 luglio 2015.

Sempre avanti, ce la faremo!

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Tue, 07 Jul 2015 10:20:45 +0000
3000 diplomati magistrale in GAE: le FAQ sull'ottemperanza http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1290-3000-diplomati-magistrale-in-gae-le-faq-sullottemperanza http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/riconoscimento-titoli/1290-3000-diplomati-magistrale-in-gae-le-faq-sullottemperanza 3000 diplomati magistrale in GAE: le FAQ sull'ottemperanza

Facciamo seguito alle comunicazioni personali inviate a mezzo mail ai 3000 ricorrenti DIPLOMATI MAGISTRALE ammessi in GAE dopo aver aderito all'appello al Consiglio di Stato (in seguito CDS) per rimetterVi info utili.

FAQ 1 ABBIAMO INVIATO LA PROCURA, PAGATO LA QUOTA DI APPELLO E IN SEGUITO VINTO IN APPELLO AL CDS CHE HA ORDINATO LA NOSTRA AMMISSIONE IN GAE, PERCHÈ È NECESSARIA ED A COSA SERVE L'OTTEMPERANZA?

Il rimedio dell'ottemperanza è necessario per tutti i soggetti che si trovino nelle successive condizioni (chi non ha fatto appello, non aveva pagato la quota, non aveva inviato la procura non vi può partecipare) e che, al momento:

1) non sono ancora inseriti in GAE presso l'UST ove avevano fatto domanda nonostante le nostre diffide;

oppure

2) sono inseriti in GAE a seguito della nostra diffida, ma il loro inserimento è stato eseguito dall'UST con la riserva ex art. 6 comma 6 del D.M. 235/2014 (cioè senza possibilità di stipulare contratti a tempo determinato e/o indeterminato) nelle graduatorie ad esaurimento.



FAQ 2 CI SARANNO QUINDI DUE TIPI DI OTTEMPERANZA?

SI. Una per chi non è ancora in GAE neanche con riserva e l'altra per chi è stato inserito ma con l'illegittima riserva ex art. 6, comma 6, del D.M. 235/14 che non consentirà di ricevere incarichi a tempo determinato e indeterminato.

Vi preghiamo di indicare su foglio separato semplice il vostro stato e cioè "INSERITO CON RISERVA EX ART. 6" oppure "NON ANCORA INSERITO IN GAE". Valuteremo poi di fare accorpamenti su singole situazioni, uffici etc.

FAQ 3 QUANTO COSTA AGIRE IN OTTEMPERANZA?

Il costo è di 100 euro comprensive di iva e cpa alle coordinate indicate nella mail già inoltrata Vi insieme alla documentazione e le modalità di istruzione che Vi invitiamo a seguire pedissequamente. Sapete quanta attività abbiamo svolto per evitarVi questa spesa.

Il MIUR, purtroppo, è rimasto totalmente sordo e, per una serie di ragioni, siamo obbligati ad agire. Vi preghiamo, anche al fine di non danneggiare noi (che conosciamo perfettamente la causa) e i vostri colleghi a non frammentare con terzi le azioni legali.

FAQ 4 E' OBBLIGATORIO AGIRE IN OTTEMPERANZA?

Non è obbligatorio.

L'ottemperanza sarà avanzata solo per chi ricorre. Chi non ricorre attenderà gli esiti eventuali delle diffide inoltrate sino ad oggi e la risposta del MIUR.

FAQ 5 QUALI SONO I RAPPORTI TRA IL PIANO DI ASSUNZIONI STRAORDINARIO DE LA BUONA SCUOLA E QUESTA AZIONE DI OTTEMPERANZA?

Il ricorso a cui a suo tempo avete aderito e che è stato vinto in fase cautelare al CDS mirava e, al momento, ha consentito l'ammissione in GAE. Di fatto, quindi, ogni diritto che "LA BUONA SCUOLA" riconoscerà ai soggetti in GAE deve essere esteso a Voi, anche se, al momento (o quando verrà definitivamente approvata la riforma), non siete in GAE giacché le sentenze hanno quale effetto il riconoscimento, di regola, della retrodatazione degli effetti dal momento della domanda giudiziale.

Se il ricorso verrà successivamente accolto in fase di merito (ricorderete che dopo la vittoria al CDS il giudizio è tornato al TAR per la decisione finale di primo grado e potrà successivamente alla sua conclusione in primo grado tornare al CDS se la parte soccombente appellerà), quindi, verrà DEFINITIVAMENTE accertato il vostro diritto all'ammissione in GAE sin dal momento della proposizione della domanda nei termini del D.M. 235/14 o della domanda giudiziale di qualche giorno successiva alla scadenza del termine di proposizione della domanda amministrativa cartacea che tutti dovevate inviare.

FAQ 6 IN CHE TEMPI SI CONCLUDERA' L'OTTEMPERANZA?

I tempi del CDS non sono prevedibili con certezza. La speranza è che la decisione arrivi prima dell'inizio del nuovo anno scolastico. La data non dipende dai legali o dalle Associazioni ma dalle scelte del CDS sui tempi di calendarizzazione.

In concreto, tuttavia, è indifferente per Voi la data di conclusione dell'ottemperanza giacché, ancora una volta, ciò che conta è l'avvio del procedimento di ottemperanza.

Se, per capirci, il CDS si esprimerà a ottobre, l'incarico che avreste dovuto ricevere sulla base del vostro punteggio dovrà, ex lege, esservi restituito.

FAQ 7 SONO TRA I 3000 VINCITORI AL CDS (CHE HA APPELLATO E A SUO TEMPO INVIATO LA PROCURA, PAGATO ETC..) DEVO FARE UN NUOVO RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO O IMPUGNANDO IL NUOVO D.M. 3 GIUGNO 2015?

La scelta è esclusivamente Vostra. Tecnicamente non serve. Con questo ricorso avete agito contro il D.M. 235/14 ed è tecnicamente errato (anche se potete impugnare le GAE e quindi di fatto duplicare il giudizio) agire al giudice del lavoro avverso il medesimo D.M. Diverso è il caso dell'impugnativa del nuovo D.M. 3 giugno 2015 perché in questo caso è un nuovo ricorso avverso un nuovo D.M. Nonostante possa sembrare assurdo che due ricorsi identici (seppur rivolti a due diversi DM) abbiano esiti diversi ciò può accadere.

FAQ 8 COME ADERIRE ALL'OTTEMPERANZA?

Seguite le istruzioni delle e mail già inviate e che invieremo o dei nostri siti. RICORDATE DI INSERIRE ANCHE DI INSERIRE UN FOGLIO SEPARATO DOVE CHIARITE IL VOSTRO STATO (AMMESSO CON RISERVA EX ART. 6 O NON AMMESSO IN GAE).

Sulla busta dovrà scrivere “OTTEMPERANZA DIPLOMA MAGISTRALE”. Detta documentazione dovrà pervenire presso il nostro studio il prima possibile e, in ogni caso, entro e non oltre il 10 luglio 2015 anticipando tutto sempre al fax 0664564197 o alla mail info@avvocatomichelebonetti.it.

FAQ 9 SONO STATO INSERITO IN GAE E IL PROVVEDIMENTO DI INSERIMENTO NON CITA LA RISERVA EX ART. 6, COMMA 6, D.M. 235/14, MA HANNO SBAGLIATO IL PUNTEGGIO DEVO AGIRE CON L'OTTEMPERANZA?

NO e' un'altra fattispecie. Nel Vostro caso l'Amministrazione ha bene e correttamente eseguito il provvedimento del CDS. Anche se hanno errato a inserire il Vostro punteggio non potete agire con questo rimedio. Dovete fare reclami al Vostro UST  (ecco un modello scaricabile) e se neanche in tal caso risolvete, dopo aver rimandato la domanda di aggiornamento delle GAE con tutti i nuovi incarichi, dovrete (anche, se ritenete, con il nostro patrocinio) agire purtroppo individualmente.

FAQ 10 E’ VERO CHE SE IL DECRETO DI IMMISSIONE IN GAE NON PREVEDE IL RIFERIMENTO ALL’ART. 6 DEL D.M. 235/14 DEVO AGIRE COMUNQUE?

Falso. L’art. 34 del codice del processo amministrativo chiarisce che “in nessun caso il giudice può pronunciare con riferimento a poteri amministrativi non ancora esercitati”. Se il Decreto di ammissione in Gae dice semplicemente che siete ammessi con riserva, al momento, l’UST non ha ottemperato in maniera illegittima all’ordinanza del CdS. Qualora e se lo farà successivamente dovrete agire da quel momento ma la definizione della vicenda per i vostri colleghi che hanno aderito all’ottemperanza a quel punto varrà anche per voi. Ciò vuol dire che se qualcuno di Voi agisce nonostante l’UST di riferimento Vi ha ammesso con riserva senza alcuna ulteriore limitazione rischia la condanna alle spese da parte del CdS giacché, di fatto, stareste agendo lamentando una INOTTEMPERANZA che non c’è. Ciò spiega anche perché, a differenza di quanto sembrerebbe abbiano fatto altri, a nostro modo di vedere, NON SI PUO’ AGIRE IN SEDE DI OTTEMPERANZA PER TUTTI I SOGGETTI INSIEME GIACCHE’ LE DIFFERENTI DOMANDE COMPORTANO UN CONFLITTO TRA I RICORRENTI E L’INAMMISSIBILITA’ DELL’AZIONE.

Ribadiamo che, ove non è scritto che non si otterranno incarichi o non è citato l’art. 6, si potrà agire solo successivamente, quando si verificherà che ad altri soggetti con punteggi più bassi ma senza riserva saranno stati conferiti incarichi.

In alternativa, per chi si trova in tale situazione (con decreto che non cita l’art. 6), stante le numerose richieste, è possibile conferirci mandato per provvedere ad avere un immediato chiarimento circa gli effetti della Vostra ammissione presso l’ufficio scolastico che non ha fatto questo chiarimento.

L’adesione, in tal caso, allo stesso prezzo di € 100,00, ci darà implicitamente mandato per diffidare l’UST al preventivo chiarimento sull’art. 6 e, una volta ottenuto, a provvedere all’azione di ottemperanza vera e propria e tutte le azioni per la tutela dei vostri interessi.

FAQ 11 PERCHE’, PIU’ SEMPLICEMENTE, INVECE DI AGIRE CON L’OTTEMPERANZA, NON SI ADOTTA UN RIMEDIO VOLTO ALL’ELIMINAZIONE DEFINITIVA DELLA RISERVA?

Perché non è giuridicamente possibile. La riserva verrà sciolta solo quando la sentenza è definitiva e quindi solo quando la sentenza di primo grado (che non c’è) non verrà appellata (dopo il termine di 6 mesi e 45 giorni di legge) o, se appellata, dopo che trascorrerà il termine per il ricorso alle Sezioni Unite della Cassazione sulla giurisdizione. L’eliminazione definitiva della riserva, quindi, ha tempi non prevedibili.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Sun, 28 Jun 2015 07:58:57 +0000