Visualizza articoli per tag: stabilizzazione http://w.avvocatomichelebonetti.it Wed, 23 Oct 2019 02:12:47 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it ARRIVA LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE PER I PRECARI STORICI DELLA SCUOLA: NORMATIVA ILLEGITTIMA. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/lavoro/1468-arriva-la-sentenza-della-corte-costituzionale-per-i-precari-storici-della-scuola-normativa-illegittima http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/lavoro/1468-arriva-la-sentenza-della-corte-costituzionale-per-i-precari-storici-della-scuola-normativa-illegittima ARRIVA LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE PER I PRECARI STORICI DELLA SCUOLA: NORMATIVA ILLEGITTIMA.

Era stato il Tribunale Ordinario di Roma, con ordinanza del 2 maggio 2012, resa nel corso di una controversia promossa da alcuni docenti nei confronti del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, a sollevare questione di legittimità costituzionale dell’art. 4, comma 1, della legge 3 maggio 1999, n. 124 (Disposizioni urgenti in materia di personale scolastico); oggi finalmente arriva la sentenza della Corte Costituzionale che dichiara l’illegittimità della normativa sopracitata.

I ricorrenti, tutti docenti precari storici della scuola, avevano svolto le loro attività in base a plurimi contratti a termine e chiedevano l’accertamento dell’illegittimità delle clausole di apposizione del termine con la conseguente condanna dell’amministrazione a convertire il rapporto di lavoro a tempo determinato in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

La Corte Costituzionale dopo anni di lunghe battaglie ha finalmente dichiarato “l’illegittimità costituzionale, nei sensi e nei limiti di cui in motivazione, dell’art. 4, commi 1 e 11, della legge 3 maggio 1999, n. 124 (Disposizioni urgenti in materia di personale scolastico), nella parte in cui autorizza, in mancanza di limiti effettivi alla durata massima totale dei rapporti di lavoro successivi, il rinnovo potenzialmente illimitato di contratti di lavoro a tempo determinato per la copertura di posti vacanti e disponibili di docenti nonché di personale amministrativo, tecnico e ausiliario, senza che ragioni obiettive lo giustifichino”.

Di seguito il link del sito della Corte Costituzionale dove consultare il testo integrale della sentenza. http://www.cortecostituzionale.it/schedaUltimoDeposito.do

Questo contenzioso riguarda centinaia di insegnanti in tutta Italia ed alla luce delle statuizioni favorevoli della Corte Costituzionale saremo al fianco di tutti i docenti insieme alle associazioni ADIDA, la Voce dei Giusti e MIDA a combattere in prima linea questa battaglia.

Per aderire alle azioni per la stabilizzazione e o per il risarcimento del danno Vi invitiamo a consultare il nostro sito al seguente link http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1123-precari-tutto-sulla-sentenza-della-corte-ue

Sempre al Vostro fianco.

Avv. Michele Bonetti

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Lavoro Thu, 21 Jul 2016 12:02:37 +0000
ANCHE LA CASSAZIONE AFFERMA IL DIRITTO DEI PRECARI AD OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1427-anche-la-cassazione-afferma-il-diritto-dei-precari-ad-ottenere-il-risarcimento-del-danno http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1427-anche-la-cassazione-afferma-il-diritto-dei-precari-ad-ottenere-il-risarcimento-del-danno ANCHE LA CASSAZIONE AFFERMA IL DIRITTO DEI PRECARI AD OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO

Proseguono i successi della campagna al giudice del lavoro iniziata nel 2011 per contrastare l’illegittima reiterazione dei contratti a termine nella scuola e l’abuso del precariato.

Dopo le prime importanti sentenze ottenute dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, che hanno condannato il Ministero ad ingenti risarcimenti del danno in favore degli insegnanti, e hanno invitato il Ministero a considerare ipotesi transattive che riconoscano la stabilizzazione ai precari, vi sono nuovi provvedimenti positivi in seguito alla sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e della recentissima pronuncia della Corte di Cassazione.

Stavolta a pronunciarsi sono i giudici di primo grado dei Tribunali di Monza, Latina, Pordenone, Nola, Cremona, Rimini, Cuneo, Arezzo, Avezzano, Piacenza, Genova e altri ancora.

 I giudici, riportandosi alla pronuncia delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che:

Nel regime del lavoro pubblico contrattualizzato in caso di abuso del ricorso al contratto a tempo determinato da parte della P.A. il dipendente, che abbia subito la illegittima precarizzazione del rapporto di impiego ha diritto al risarcimento del danno”, dichiarando illegittima la reiterazione dei contratti a tempo determinato stipulato dalle parti. Hanno riconosciuto il diritto dei ricorrenti ad ottenere il risarcimento del danno, le differenze retributive derivanti dagli scatti di anzianità, nonché le mensilità di luglio ed agosto per ogni anno di incarico conferito da settembre a giugno, oltre alle spese legali.

Statuizioni importanti, che dispongono, in favore dei ricorrenti, somme totali prossime ai 30.000 euro.

“Si tratta dell’ennesimo significativo passo avanti della magistratura nel riconoscimento dei diritti dei precari.” - A parlare è l’Avv. Michele Bonetti, patrocinatore del ricorso condotto insieme all’Avv. Santi Delia e alle associazioni Adida e La Voce dei Giusti.

“Le recenti sentenze si inseriscono in un quadro complessivo dove la maggioranza dei Tribunali italiani attendono, ai fini della decisione, la sentenza della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità della normativa interna dopo la chiara bocciatura del sistema italiano da parte della Corte di Giustizia Europea ed a dare un indirizzo univoco ai giudici nazionali. La decisione della Consulta è prevista per il 17 maggio 2016. Abbiamo sempre creduto nelle ragioni di questa campagna ed oggi, più che mai, riteniamo di dover continuare su questa strada.” – prosegue Bonetti – “Abbiamo, difatti, riaperto le adesioni per questa tipologia di ricorsi, congiuntamente con le associazioni Adida e La Voce dei Giusti, e sono molti i precari che ancora chiedono Giustizia”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 28 Apr 2016 15:36:18 +0000
Ricorso per la stabilizzazione: continuano i risarcimenti dei precari http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1309-ricorso-per-la-stabilizzazione-continuano-i-risarcimenti-dei-precari http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1309-ricorso-per-la-stabilizzazione-continuano-i-risarcimenti-dei-precari Ricorso per la stabilizzazione: continuano i risarcimenti dei precari

Proseguono i successi della campagna al giudice del lavoro iniziata nel 2011 per contrastare l’illegittima reiterazione dei contratti a termini nella scuola e l’abuso del precariato.

Dopo le importanti sentenze del Tribunale di Fermo ottenute dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, che ha immesso in ruolo un docente non abilitato, del Tribunale di Roma, che ha condannato il Ministero ad ingenti risarcimenti del danno in favore degli insegnanti, nonché del Tribunale di Trapani, che ha invitato il Ministero a considerare ipotesi transattive che riconoscano la stabilizzazione ai precari, nuovi provvedimenti positivi in seguito alla sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea.

Stavolta a pronunciarsi sono i giudici di primo grado del Tribunale di Monza e Latina.

Entrambi i giudici, dichiarando illegittima la reiterazione dei contratti a tempo determinato stipulato dalle parti,  hanno riconosciuto il diritto dei ricorrenti ad ottenere il risarcimento del danno, le differenze retributive derivanti dagli scatti di anzianità, nonché le mensilità di luglio ed agosto per ogni anno di incarico conferito da settembre a giugno, oltre alle spese legali.

Statuizioni importanti, che dispongono, in favore dei ricorrenti, somme totali prossime ai 30.000 euro.

“Si tratta dell’ennesimo significativo passo avanti della magistratura nel riconoscimento dei diritti dei precari.” - A parlare è l’Avv. Michele Bonetti, patrocinatore del ricorso condotto insieme all’Avv. Santi Delia e alle associazioni Adidae La Voce dei Giusti.

“Le recenti sentenze si inseriscono in un quadro complessivo dove la maggioranza dei Tribunali italiani attendono, ai fini della decisione, la sentenza della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità della normativa interna dopo la chiara bocciatura del sistema italiano da parte della Corte di Giustizia Europea ed a dare un indirizzo univoco ai giudici nazionali. La decisione della Consulta è, tuttavia, slittata a data da destinarsi. Abbiamo sempre creduto nelle ragioni di questa campagna ed oggi, più che mai, riteniamo di dover continuare su questa strada.” – prosegue Bonetti – “Abbiamo, difatti, riaperto le adesioni per questa tipologia di ricorsi, congiuntamente con le associazioni Adida e La Voce dei Giusti, e sono molti i precari che ancora chiedono Giustizia”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Wed, 15 Jul 2015 18:31:18 +0000
RIUNIONE PER GLI INSEGNANTI A BOLOGNA http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1152-riunione-per-gli-insegnanti-a-bologna http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1152-riunione-per-gli-insegnanti-a-bologna RIUNIONE PER GLI INSEGNANTI A BOLOGNA

Carissimi,

sabato 14 marzo 2015 sarò a Bologna per incontrare tutti i docenti ricorrenti e coloro che sono in procinto di iniziare un’azione legale.

La riunione cade proprio in un momento particolarmente intenso per le vicende legate al precariato scolastico. E’ di ieri, infatti, l’ordinanza del Consiglio di Stato che ammette centinaia di nostri ricorrenti nelle GAE e, a nostro avviso, è opportuno che vi sia una corretta informativa ai nostri ricorrenti.

In questi giorni, quindi, si stanno verificando numerose novità, alcune di straordinaria importanza per la nostra causa come gli accoglimenti di ricorsi per l'inserimento in GAE e le vittorie al Tribunale del Lavoro di Roma per numerosi docenti che avevano richiesto la stabilizzazione.

Comprendo la necessità di ricevere maggiori informazioni e approfondimenti, sarò pertanto disponibile a rispondere a tutte le vostre domande presso l’Aemilia Hotel, in Via Zaccherini Alvisi n.16.

L’incontro inizierà alle ore 11:00 con la trattazione di tutte le tematiche riguardanti l’inserimento nelle GAE e il nuovo ricorso contro la delibera provinciale di Trento e proseguirà nel pomeriggio, dalle ore 15:00 con particolare attenzione ai ricorsi al Giudice del lavoro dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea.

Vi aspetto numerosi

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 12 Mar 2015 11:41:25 +0000
SALTA LA RIFORMA SULLA BUONA SCUOLA http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1149-salta-la-riforma-sulla-buona-scuola http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1149-salta-la-riforma-sulla-buona-scuola SALTA LA RIFORMA SULLA BUONA SCUOLA

La VI sezione del Consiglio di Stato, presieduta dal Dott. Stefano Baccarini, in data 11 marzo 2015, ha ammesso nelle graduatorie ad esaurimento 3000 precari, relativamente ad un ricorso dell’associazione Adida e la Voce dei Giusti, patrocinati, sino all’ultimo organo della giustizia amministrativa, dagli avvocati Michele Bonetti, Santi Delia ed Umberto Cantelli.

Per gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia “l’ordinanza del Consiglio di Stato, che riforma la dolorosa condanna subita al Tar dai precari, rappresenta un provvedimento di giustizia sociale, l’ultima speranza per i precari esclusi dalle graduatorie ad esaurimento; con l’inserimento nelle GAE è possibile essere stabilizzati, entrando in ruolo. Proporremo identici ricorsi al giudice del lavoro per ampliare il nostro orientamento favorevole  fino a quando la classe politica non estenderà a tutti il giudicato del Consiglio di Stato”.

Valeria Bruccola dell’Adida e Francesca Bertolini de La voce dei Giusti commentano il provvedimento che si inserisce nella riforma del Governo che vuole svuotare le GAE con la stabilizzazione di tutti i docenti ivi iscritti: “urge un provvedimento politico che estenda a tutti i precari della scuola l’ingresso nelle graduatorie ad esaurimento, nonché a tutti coloro che hanno il diploma magistrale, così come già ottenuto con il nostro ricorso al Capo dello Stato, che fece entrare in II fascia tutti i precari col diploma magistrale. Bisogna cominciare a reinvestire nell’istruzione e nel mondo della conoscenza partendo da un incremento dei finanziamenti”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Wed, 11 Mar 2015 15:54:33 +0000
CONGELATI SSIS: dopo l'ammissione in GAE arriva il ruolo per i ricorrenti riammessi dal TAR LAZIO http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1131-congelati-siss-dopo-lammissione-in-gae-arriva-il-ruolo-per-i-ricorrenti-riammessi-dal-tar-lazio http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1131-congelati-siss-dopo-lammissione-in-gae-arriva-il-ruolo-per-i-ricorrenti-riammessi-dal-tar-lazio CONGELATI SSIS: dopo l'ammissione in GAE arriva il ruolo per i ricorrenti riammessi dal TAR LAZIO

La prima storica sentenza sui congelati SSIS riammessi in GAE del TAR LAZIO (9732/14), passata in giudicato a dicembre 2014, è stata definitivamente eseguita dall'USP di BARI che, oggi, ha fatto firmare il contratto a tempo indeterminato ad uno dei docenti vincitori dell'azione patrocinata dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia.

"L'ammissione in GAE ordinata dal T.A.R. ed il successivo conferimento del ruolo grazie all'immediata chiamata dalle G.A.E. ormai esaurite", commenta l'Avvocato Santi Delia, "dimostra quanto fallimentare è il sistema di gestione delle graduatorie che, per un decennio, ha condannato al precariato migliaia di insegnanti in maniera totalmente illegittima e senza alcuna effettiva ragione". "Svolgere per anni le stesse mansioni e, solo grazie ad un'azione giudiziale, vedersi ammessi nel paradiso delle G.A.E.", continua il collega Bonetti, "e poter finalmente ottenere il ruolo, vuol dire coronare il sogno di stabilizzazione".

I legali, in prima linea nel mondo della scuola e della lotta al precariato, battezzano come "assurdo" un sistema come quello in essere in cui "nonostante vi siano le vacanze e le necessità di organico, per anni si è ignorato artatamente il bacino delle G.I. esaurendo le G.A.E. e continuando a conferire supplenze al solo fine di consentire il risparmio della spesa pubblica. Chi ha pagato, però, sono solo i precari della scuola".

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Precari della scuola Thu, 19 Feb 2015 06:58:09 +0000