Visualizza articoli per tag: insegnanti precari http://w.avvocatomichelebonetti.it Thu, 18 Jul 2019 11:06:39 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it TUTELA DEI RICORRENTI GIA' IN GAE (E COME TALI RICOMPRESI NEL NUOVO DM) PER LE CATEGORIE TFA, PAS, ITP, SFP, DOTTORATI A CUI IL SISTEMA NON CONSENTE L'AGGIORNAMENTO http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1935-tutela-dei-ricorrenti-gia-in-gae-e-come-tali-ricompresi-nel-nuovo-dm-per-le-categorie-tfa-pas-itp-sfp-dottorati-a-cui-il-sistema-non-consente-l-aggiornamento http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1935-tutela-dei-ricorrenti-gia-in-gae-e-come-tali-ricompresi-nel-nuovo-dm-per-le-categorie-tfa-pas-itp-sfp-dottorati-a-cui-il-sistema-non-consente-l-aggiornamento TUTELA DEI RICORRENTI GIA' IN GAE (E COME TALI RICOMPRESI NEL NUOVO DM) PER LE CATEGORIE TFA, PAS, ITP, SFP, DOTTORATI A CUI IL SISTEMA NON CONSENTE L'AGGIORNAMENTO

Con la pubblicazione del D.M. n. 374/2019 di aggiornamento delle GAE, coloro che sono inseriti in graduatoria con riserva processuale per mezzo di un provvedimento cautelare potranno inoltrare la domanda al pari di ogni altro insegnante inserito a pieno titolo.

Secondo l’art. 6 comma 1 lett. b), difatti, “devono chiedere di permanere in graduatoria con riserva, compilando il modello 1: […] coloro che, già iscritti con riserva in graduatoria ad esaurimento, hanno ancora pendente un ricorso giurisdizionale o straordinario al Capo dello Stato, avverso l'esclusione dalle graduatorie medesime o avverso le propedeutiche procedure abilitanti, fermo restando quanto previsto all'articolo 1, comma 8”.

Detta possibilità, tuttavia, rimane preclusa per molti insegnanti che, pur avendo ottenuto un provvedimento che riconosce il loro diritto all’inserimento in GAE, sono stati inseriti in maniera cartolare/manuale o che, comunque, non compaiono ad oggi inseriti a livello telematico sul portale di istanze online.

La problematica in questione non riguarda solo gli insegnanti in possesso di diploma di maturità magistrale ma anche gli insegnanti con titolo PAS, TFA, ITP, SFP che negli anni hanno ottenuto vari provvedimenti cautelari quali decreti (talvolta non confermati) o ordinanze.

Per tale ragione abbiamo predisposto un modello di domanda da compilare ed inoltrare in maniera cartacea (tramite pec, tramite raccomandata a.r. o tramite consegna a mani) e apposite istanze da adattare alle specifiche casistiche ed inoltrare al fine di ottenere l’apertura della piattaforma.

Lo studio è disponibile a valutare, caso per caso, l’opportunità di procedere con ricorsi volti proprio alla presentazione della domanda di aggiornamento delle GAE. Qualora interessati Vi invitiamo a contattarci all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it o ai recapiti presenti al link http://www.avvocatomichelebonetti.it/contatti

Vi invitiamo, comunque, a partecipare alle nostre riunioni (clicca qui per le date delle riunioni) o a fissare un appuntamento presso lo studio per situazioni peculiari.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 07 May 2019 17:36:58 +0000
RICORRENTI I.T.P.: ULTERIORI AZIONI PER L'ACCESSO ALLA II FASCIA DELLE G.I. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1702-ricorrenti-i-t-p-ulteriori-azioni-per-l-accesso-alla-ii-fascia-delle-g-i http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1702-ricorrenti-i-t-p-ulteriori-azioni-per-l-accesso-alla-ii-fascia-delle-g-i RICORRENTI I.T.P.: ULTERIORI AZIONI PER L'ACCESSO ALLA II FASCIA DELLE G.I.

Con la presente desideriamo, ancora una volta, rivolgerci a tutti i nostri ricorrenti aventi un titolo di insegnante tecnico-pratico (I.T.P.) che hanno fatto ricorso per l'inserimento anche nella seconda fascia delle Graduatorie di Istituto, pubblicando altresì online il testo della e-mail che stiamo per inoltrarVi.

Carissimi ricorrenti I.T.P.,

come sapete, molti Uffici non stanno più provvedendo al Vostro inserimento nella II Fascia, nonostante l’avvenuto deposito di note, diffide ed opportuna documentazione presso gli Uffici Scolastici da parte nostra.

Il nostro studio sta provvedendo all’inoltro degli altri atti opportuni ad ogni Ufficio Scolastico competente e sta valutando l’opportunità di inoltrare un Esposto alla Procura della Repubblica, di rivolgersi alla Corte dei Conti nonché di avanzare una diffida stragiudiziale, tra l’altro l’ennesima diffida a tal fine.

Ritenendo quanto accaduto estremamente grave, e considerato che trattasi di una determinazione autonoma ed arbitraria degli Uffici in palese violazione dei recenti indirizzi giurisprudenziali, dei provvedimenti cautelari nonché degli atti ministeriali e non supportata da alcun parere emesso dalle competenti Avvocature, invitiamo tutti, comprendendo profondamente la Vostra situazione, alla piena collaborazione con noi, leggendo bene i seguenti link, con tutti i loro documenti allegati, ove al meglio è ricostruita la Vostra situazione.

http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1700-news-importantissima-per-tutti-i-ricorrenti-i-t-p-che-hanno-indicato-la-scuola-capofila-ubicata-nella-citta-di-latina-nella-regione-lazio-ed-in-ogni-altra-regione-italiana-prototipo-di-diffida-utile

http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1698-news-importantissima-per-tutti-i-ricorrenti-i-t-p-che-hanno-indicato-la-scuola-capofila-in-lombardia-prototipo-di-diffida-utile

http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1690-news-importante-per-gli-insegnanti-tecnico-pratici-anticipazione-mail-inviatavi-da-leggere-con-estrema-attenzione

http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1689-aggiornamento-importante-diffida-riguardante-gli-insegnanti-aventi-diploma-di-insegnante-tecnico-pratico-da-inoltrare

http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1684-diretta-online-con-riguardo-ai-ricorrenti-i-t-p-utile-per-chiarire-dubbi-e-perplessita

Sul punto abbiamo caricato due video riproducenti due incontri chiarificatori della Vostra situazione, nonché organizzato un incontro de visu apposito con Voi, presso il mio studio di Roma, al quale in molti avete partecipato.

https://www.facebook.com/avv.michelebonetti/videos/1788673581143236/ 

https://www.youtube.com/watch?v=soRb8sF8qe0&feature=youtu.be&app=desktop

Riteniamo che il ricorso al Presidente della Repubblica, che è stato esperibile sino al 29 settembre 2017, dunque inoltrato nei termini, fosse l’unico ricorso valido e l’unico strumento di tutela tempestiva, considerato che la nota sentenza del T.A.R. Lazio n. 9234/17 del 7 agosto 2017 non è ancora passata in giudicato e che i termini per impugnare ricorso dinanzi al T.A.R. erano scaduti il 31 luglio 2017.

Provvederemo ad inoltrare ogni altro documento, a promuovere qualsiasi altra iniziativa per perorare la Vostra causa dinanzi al T.A.R. Lazio ed ai competenti organi, per Vostro conto.

Per tutto ciò e, si badi, solo qualora siate già ricorrenti I.T.P. per l’inserimento nella II fascia delle Graduatorie di Istituto (dunque non nelle Graduatorie ad Esaurimento), Vi invitiamo a compilare il form online, consultando il link che segue https://goo.gl/forms/s8WsLjwAvIXrmgOU2, precisando e ribadendo la Scuola Capofila, l’Ufficio Scolastico Regionale e l’Ufficio Scolastico Provinciale di riferimento, nonché ad effettuare un versamento di Euro 50,00 alle nostre coordinate bancarie, che Vi rimettiamo in allegato.

Coloro che vorranno aderire avanzeranno una nuova richiesta per l’inserimento in seconda fascia, si ricordi, delle Graduatorie di Istituto. L’azione sarà esperita solo per coloro che son già ricorrenti I.T.P. e che chiedono anche l’inserimento in seconda fascia e che compileranno il form online, versando la relativa somma di Euro 50, alle coordinate allegate.

Vi garantiamo un impegno per la Vostra difesa completo e continuo, e, proprio al fine anche di coadiuvarci in questo, Vi chiediamo come sempre di tenervi informati sui nostri canali internet e di leggere quanto, tramite il nostro sito pubblico , Vi comunichiamo durante il tempo.

Lavoriamo per Voi e con Voi, sempre dalla Vostra parte.

Avv. Michele Bonetti.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Fri, 27 Oct 2017 09:41:29 +0000
TITOLO ABILITANTE CONSEGUITO ALL’ESTERO: INSERIMENTO IN II FASCIA G.I. PER GLI INSEGNANTI ABILITATI ALL’ESTERO. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1595-titolo-abilitante-conseguito-all-estero-inserimento-in-ii-fascia-g-i-per-gli-insegnanti-abilitati-all-estero http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1595-titolo-abilitante-conseguito-all-estero-inserimento-in-ii-fascia-g-i-per-gli-insegnanti-abilitati-all-estero TITOLO ABILITANTE CONSEGUITO ALL’ESTERO: INSERIMENTO IN II FASCIA G.I. PER GLI INSEGNANTI ABILITATI ALL’ESTERO.

PERCHE' ADERIRE AL RICORSO:

Parte una nuova azione per gli insegnanti abilitati all’estero volta ad ottenere l’inserimento dei docenti nella II Fascia delle Graduatorie di Istituto.

Potranno aderire tutti gli insegnanti che abbiano già avviato la procedura di riconoscimento del titolo abilitante conseguito all’estero ma che, alla scadenza del termine per la presentazione della domanda di inserimento nelle G.I., non saranno ancora dichiarati equipollenti. 

L’azione collettiva in questione mirerà a veder riconoscere il diritto di tale categoria di docenti all’inserimento in II Fascia GI.

Gli interessati dovranno necessariamente produrre apposita domanda di inserimento nei termini indicati dal DM in questione e seguire, al contempo, la procedura di seguito indicata.

CHI PUO' RICORRERE:

Possono ricorrere tutti i docenti che hanno conseguito il titolo abilitante all’insegnamento all’estero e siano in attesa della conclusione della procedura amministrativa di riconoscimento.

AUTORITA' ADITA E CONDIZIONI:

Il ricorso sarà proposto innanzi al Tar Lazio.

MODALITA' DI ADESIONE:

Per aderire all'azione ed impugnare la graduatoria sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1. Scaricare la procura allegata in fondo alla pagina.

2. Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3. Effettuare il pagamento di euro 250,00 alle coordinate allegate. Tale somma include tutto il ricorso di primo grado avverso l'esclusione dalla seconda fascia GI. Non è dovuto, oltre a tale somma, alcun ulteriore pagamento a titolo di tessere di adesione ad associazioni o sindacati.

4. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all'indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti e Santi Delia, Via San Tommaso d'Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- Copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura "G.I. titolo estero").

Sulla busta deve essere apposta la scritta “G.I. titolo estero” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

Vi rammentiamo che una ulteriore fase e indispensabile ai fini del ricorso è l’invio della domanda di inserimento in GI entro i termini indicati dal DM che con il presente ricorso si impugna.

5. Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo  info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “G.I. titolo estero”.

6. Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line.

7. Tutta la procedura deve essere effettuata entro e non oltre il giorno 5 luglio 2017 (data di ricezione della raccomandata a.r.).

Per ogni ulteriore informazione cliccate su questo link.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell’originale da inviare a mezzo racc. a/r con l’invio busta tramite mail pec. Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l’intera documentazione oltre che nelle modalità indicate anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre-configurate o firme digitali.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA RISERVANDOSI, ANCHE IN IPOTESI DI CORRETTEZZA DELLA PROCEDURA SEGUITA, L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI CHE VERRA' COMUNICATA ESCLUSIVAMENTE VIA MAIL.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 08 Jun 2017 14:30:54 +0000
RICORSO PER L’INSERIMENTO IN II FASCIA DELLE G.I. PER GLI INSEGNANTI IN POSSESSO DI DIPLOMA AFAM E ITP http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1565-ricorso-per-l-inserimento-in-ii-fascia-delle-g-i-per-i-dottori-di-ricerca-e-per-gli-insegnanti-in-possesso-di-diploma-afam-e-itp http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1565-ricorso-per-l-inserimento-in-ii-fascia-delle-g-i-per-i-dottori-di-ricerca-e-per-gli-insegnanti-in-possesso-di-diploma-afam-e-itp RICORSO PER L’INSERIMENTO IN II FASCIA DELLE G.I. PER GLI INSEGNANTI IN POSSESSO DI DIPLOMA AFAM E ITP

È di recente pubblicazione il D.M. di riapertura e contestuale aggiornamento delle graduatorie di istituto per il triennio 2017/2020 il quale non riguarda gli insegnanti in possesso di diploma AFAM vecchio ordinamento e di diploma ITP.

Tale escusione perpetrata del Ministero dell’Istruzione si pone in contrasto con quanto disposto in recentissime pronunce da alcuni giudici del lavoro e del G.A. che, invece, riconoscono espressamente il diritto degli insegnanti in possesso di diploma AFAM o di diploma ITP ad essere inseriti nella II fascia delle graduatorie di istituto.

Per questo motivo presenteremo ricorso al TAR impugnando il Decreto Ministeriale di prossima pubblicazione, per rivendicare il diritto degli insegnanti in possesso di diploma ITP o AFAM, ad essere inseriti nella II fascia delle G.I.

In particolare per la categoria dei diplomati AFAM, lo studio legale Bonetti, Santi Delia, unitamente al collega Santonicola, propone le due tipologie di ricorsi collettivi al T.A.R. diretti a far riconoscere il valore abilitante del diploma accademico rilasciato dalle istituzioni AFAM ed il conseguente diritto all’inserimento in seconda fascia delle graduatorie di istituto.

I due ricorsi saranno differenziati come segue:

1) RICORSO COLLETTIVO ABILITAZIONE DIPLOMATI AFAM ANTE RIFORMA 98/99

(Possono aderire i docenti del comparto AFAM che hanno conseguito il diploma prima dell’entrata in vigore della riforma del 1999, anno scolastico 98/99. Al presente ricorso, inoltre, posso partecipare i docenti che risultavano inscritti ai corsi entro l’anno scolastico 98/99, pur avendo conseguito il diploma successivamente.)

2)  RICORSO COLLETTIVO ABILITAZIONE PER DOCENTI DEL COMPARTO AFAM TITOLARI DI DIPLOMA AFAM POST RIFORMA / DIPLOMA ACCADEMICO DI II LIVELLO

(Possono aderire i docenti del comparto AFAM che hanno conseguito il diploma dopo l’entrata in vigore della riforma del 1999 sino al 2016).

Il costo dell’azione è di euro 90,00 omnicomprensivi.

Per aderire sarà necessario seguire pedissequamente queste istruzioni:

1. Scaricare la procura “AFAM” oppure “ITP” a seconda del titolo posseduto, allegata in calce alla pagina.

2. Stampare due copie della suddetta procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3. Effettuare il pagamento di euro 90,00 alle coordinate allegate.

4. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- copia del documento di identità;

- scheda del ricorrente compilata e sottoscritta (allegata in calce alla pagina);

- copia del diploma accademico rilasciato dalle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) ed autocertificazione relativa al suo possesso;

- copia del diploma di maturità;

- copia della schermata di istanze on line ove il docente risulta inserito nelle graduatorie di istituto di III fascia (qualora iscritto);  

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura “G.I. AFAM”, oppure “G.I. ITP” a seconda della categoria).

Sulla busta deve essere apposta la dicitura “inserimento G.I.” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

5. Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “G.I. AFAM” oppure “G.I. ITP” a seconda del titolo posseduto.

6. Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line.

7. Compilare e spedire presso le competenti sedi il modello di domanda cartacea di inserimento in G.I. ivi allegato del quale dovrete inoltrarci una copia corredata di copia delle ricevute di spedizione e di ritorno. Per ogni ulteriore inormazione in merito cliccate qui.

Tale documentazione dovrà esserci inoltrata a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “G.I. AFAM” oppure “G.I. ITP” a seconda del titolo posseduto, nonché tramite raccomandata a.r. all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso.

Tutta la procedura deve essere effettuata entro la data del 5 luglio 2017 (data di ricezione della raccomandata).

Attenzione: lo studio legale comunicherà con tutti i ricorrenti principalmente a mezzo e-mail. Nel Vostro interesse, pertanto, si prega di prestare particolare attenzione nell’inserimento dell’indirizzo e-mail e di non richiedere variazioni successive.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA, RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Sun, 14 May 2017 16:32:46 +0000
Concorsone 2012 e soglia 35 punti: il CDS mette il sigillo respingendo l'appello del MIUR http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1534-concorso-docenti-2012-il-consiglio-di-stato-ribadisce-l-irragionevolezza-della-soglia-dei-35-punti-imposta-per-il-superamento-della-prova-preselettiva http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1534-concorso-docenti-2012-il-consiglio-di-stato-ribadisce-l-irragionevolezza-della-soglia-dei-35-punti-imposta-per-il-superamento-della-prova-preselettiva Concorsone 2012 e soglia 35 punti: il CDS mette il sigillo respingendo l'appello del MIUR

Il Consiglio di Stato ha respinto l'appello del MIUR e messo la parola fine ad uno dei contenziosi più delicati del concorso docenti 2012.

Il TAR del Lazio aveva accolto, sin dalla fase cautelare, il ricorso patrocinato dagli Avv.ti Michele Bonetti e Santi Delia con il quale si contestava la soglia di 35 punti troppo elevata per un concorso pubblico di tal fatta, soglia che disattendeva ogni normativa. I primi giudici avevano “accolto con riferimento ai ricorrenti che dopo l’ammissione con riserva hanno partecipato con esito favorevole alle prove e sono stati inseriti nella graduatoria finale […] ed ordina lo scioglimento della riserva con la quale essi sono stati inseriti nella graduatoria stessa”.

Nonostante ciò e nonostante altre nostre sentenze fossero passate in giudicato dichiarando, definitivamente, l'illegittimità della soglia, il MIUR proponeva appello. Con alcune ordinanze resa nel mese di maggio 2016 il Consiglio di Stato aveva gettato, letteralmente, nel panico gli ammessi grazie a quei ricorsi sospendendo le sentenze a loro favorevoli e mettendo in discussione i ruoli frattanto ottenuti.

Con la decisione di ieri, tuttavia, il Consiglio di Stato, accogliendo la nostra tesi, ha definitivamente fatto chiarezza sulla vicenda evidenziando come l'avvenuto annullamento della soglia a seguito di altre azioni ormai passate in giudicato elimina la possibilità per il MIUR di continuare oggi a proseguire su tale contestazione.

Secondo i giudici della Sesta Sezione, infatti, "la clausola del bando, oggetto di impugnazione, è stata già annullata dal Tribunale amministrativo con sentenze, diverse da quella in esame, passate in giudicato (tra le altre, sentenze 11 gennaio 2014, n. 326; 14 luglio 2015, n. 9427; 14 luglio 2015, n. 9425).

L’annullamento di un atto amministrativo generale, nella parte in cui ha un contenuto inscindibile, produce effetti erga omnes. Si tratta, infatti, di «atto sostanzialmente e strutturalmente unitario, il quale non può sussistere per taluni e non esistere per altri» (Cons. Stato, sez. VI, 1 aprile 2016, n. 1289).

L’appello deve, pertanto, essere rigettato, con conferma della sentenza impugnata.
Un’altra importante vittoria che arriva a fare giustizia sulle tante, troppe irregolarità legali e procedurali riscontrate nel c.d. concorsone.
Una sentenza di merito che sancisce l’illegittimità di un concorso pieno di irregolarità in tutte le sue prove” commentano gli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, “l’amministrazione già annuncia nuovi concorsi senza prendersi carico delle posizioni pendenti che, ancora una volta, sono devolute solo alla magistratura”.

Vai alla sentenza

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 20 Dec 2016 15:04:45 +0000
Convegno Adida e Mida precari: possibili soluzioni per i docenti precari http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1484-convegno-adida-e-mida-precari-possibili-soluzioni-per-i-docenti-precari http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1484-convegno-adida-e-mida-precari-possibili-soluzioni-per-i-docenti-precari Convegno Adida e Mida precari: possibili soluzioni per i docenti precari

Carissimi,

in data 10 settembre si terrà, presso la sala della Protomoteca Capitolina, il convegno “Adida e Mida precari: possibili soluzioni per i docenti precari”, al quale Vi invito a partecipare.

L'apertura del convegno sarà alle ore 14:00 e Vi parteciperanno politici e graditi ospiti da sempre particolarmente sensibili e vicini alle problematiche della scuola italiana.

Io sarò presente per le 18:30 per discutere delle recenti vicende dei nuovi ricorsi per i diplomati magistrali, delle ottemperanze etc.

Al termine del convegno vi sarà una riunione sulle problematiche dei punteggi assegnati dall’USR a seguito delle immissioni in GAE, con particolare riferimento all’Ufficio scolastico del Lazio.

In quella sede sarò a disposizione per tutte le Vostre domande sui ricorsi pendenti.

I miei migliori saluti

Avv. Michele Bonetti

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 06 Sep 2016 11:16:05 +0000
Insegnanti: reclamo per il punteggio errato e richiesta di accesso agli atti per il concorsone http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1481-insegnanti-reclamo-per-il-punteggio-errato-e-richiesta-di-accesso-agli-atti-per-il-concorsone http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1481-insegnanti-reclamo-per-il-punteggio-errato-e-richiesta-di-accesso-agli-atti-per-il-concorsone Insegnanti: reclamo per il punteggio errato e richiesta di accesso agli atti per il concorsone

Carissimi,

Vi rimetto in allegato un fac-simile per produrre il reclamo avverso il punteggio errato nonché un’istanza di accesso agli atti a seguito di eventuali “bocciature” alle prove orali.

Nel caso in cui siano decorsi trenta giorni senza alcun riscontro, la mancata risposta o il sopravvenuto diniego possono essere impugnati al TAR.

Il ricorso per l'accesso agli atti deve essere promosso entro il termine di trenta giorni dal ricevimento della comunicazione di diniego o dall'infruttuoso decorso del termine di trenta giorni dal momento della presentazione dell'istanza.

Consigliamo di richiedere sempre via PEC e/o con raccomandata con ricevuta di ritorno il nominativo del responsabile del procedimento.

Si allega nuovamente anche il modello di accesso agli atti per l’acquisizione delle prove scritte.

Sempre dalla Vostra parte.

Avv. Michele Bonetti

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 01 Sep 2016 13:42:02 +0000
ANCHE LA CASSAZIONE AFFERMA IL DIRITTO DEI PRECARI AD OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1427-anche-la-cassazione-afferma-il-diritto-dei-precari-ad-ottenere-il-risarcimento-del-danno http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1427-anche-la-cassazione-afferma-il-diritto-dei-precari-ad-ottenere-il-risarcimento-del-danno ANCHE LA CASSAZIONE AFFERMA IL DIRITTO DEI PRECARI AD OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO

Proseguono i successi della campagna al giudice del lavoro iniziata nel 2011 per contrastare l’illegittima reiterazione dei contratti a termine nella scuola e l’abuso del precariato.

Dopo le prime importanti sentenze ottenute dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, che hanno condannato il Ministero ad ingenti risarcimenti del danno in favore degli insegnanti, e hanno invitato il Ministero a considerare ipotesi transattive che riconoscano la stabilizzazione ai precari, vi sono nuovi provvedimenti positivi in seguito alla sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e della recentissima pronuncia della Corte di Cassazione.

Stavolta a pronunciarsi sono i giudici di primo grado dei Tribunali di Monza, Latina, Pordenone, Nola, Cremona, Rimini, Cuneo, Arezzo, Avezzano, Piacenza, Genova e altri ancora.

 I giudici, riportandosi alla pronuncia delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che:

Nel regime del lavoro pubblico contrattualizzato in caso di abuso del ricorso al contratto a tempo determinato da parte della P.A. il dipendente, che abbia subito la illegittima precarizzazione del rapporto di impiego ha diritto al risarcimento del danno”, dichiarando illegittima la reiterazione dei contratti a tempo determinato stipulato dalle parti. Hanno riconosciuto il diritto dei ricorrenti ad ottenere il risarcimento del danno, le differenze retributive derivanti dagli scatti di anzianità, nonché le mensilità di luglio ed agosto per ogni anno di incarico conferito da settembre a giugno, oltre alle spese legali.

Statuizioni importanti, che dispongono, in favore dei ricorrenti, somme totali prossime ai 30.000 euro.

“Si tratta dell’ennesimo significativo passo avanti della magistratura nel riconoscimento dei diritti dei precari.” - A parlare è l’Avv. Michele Bonetti, patrocinatore del ricorso condotto insieme all’Avv. Santi Delia e alle associazioni Adida e La Voce dei Giusti.

“Le recenti sentenze si inseriscono in un quadro complessivo dove la maggioranza dei Tribunali italiani attendono, ai fini della decisione, la sentenza della Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità della normativa interna dopo la chiara bocciatura del sistema italiano da parte della Corte di Giustizia Europea ed a dare un indirizzo univoco ai giudici nazionali. La decisione della Consulta è prevista per il 17 maggio 2016. Abbiamo sempre creduto nelle ragioni di questa campagna ed oggi, più che mai, riteniamo di dover continuare su questa strada.” – prosegue Bonetti – “Abbiamo, difatti, riaperto le adesioni per questa tipologia di ricorsi, congiuntamente con le associazioni Adida e La Voce dei Giusti, e sono molti i precari che ancora chiedono Giustizia”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 28 Apr 2016 15:36:18 +0000
OGGI SCADONO I TERMINI PER LA DOMANDA DI INSERIMENTO IN GAE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1293-oggi-scadono-i-termini-per-la-domanda-di-inserimento-in-gae http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1293-oggi-scadono-i-termini-per-la-domanda-di-inserimento-in-gae OGGI SCADONO I TERMINI PER LA DOMANDA DI INSERIMENTO IN GAE

Carissimi,

oggi scadono i termini per presentare la domanda di inserimento in GAE da inoltrare per partecipare al nuovo ricorso al Tar dei diplomati magistrali che sono rimasti fuori dai ricorsi per l'ingresso nelle Gae. Mi raccomando è l'ultimo giorno, inoltrate la domanda via pec o via raccomandata a.r. Tale adempimento serve necessariamente per partecipare al ricorso e se effettuato NON VINCOLA ALL'ADESIONE che scade il 10 luglio.

Sempre avanti!

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 02 Jul 2015 07:43:49 +0000
PRECARIATO SCUOLA E RISARCIMENTI: dopo Cagliari anche il Tribunale di Trapani "caldeggia" al MIUR soluzioni transattive. In ballo c'è il ruolo. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1198-precariato-scuola-e-risarcimenti-dopo-cagliari-anche-il-tribunale-di-trapani-caldeggia-al-miur-soluzioni-transattive-in-ballo-c%C3%A8-il-ruolo http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1198-precariato-scuola-e-risarcimenti-dopo-cagliari-anche-il-tribunale-di-trapani-caldeggia-al-miur-soluzioni-transattive-in-ballo-c%C3%A8-il-ruolo PRECARIATO SCUOLA E RISARCIMENTI: dopo Cagliari anche il Tribunale di Trapani

Nell'ambito dell'ampio contenzioso pendente in oltre 150 Tribunali in Italia e partito nel 2011 per contrastare l'abusivo ed illegittimo ricorso al precariato scolastico, è sempre più frequente che sia proprio il Giudice ad invitare il MIUR ad avanzare ipotesi conciliative.
Anche sulla spinta dell'importante sentenza del Tribunale di Fermo che ha per la prima volta immesso in ruolo un docente precario dalle Graduatorie di Istituto accogliendo il ricorso degli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, della condanna a 2 milioni complessivi di euro per 50 giudizi al Tribunale di Roma ed alle recenti vittorie in Lombardia, nei mesi passati il Tribunale di Cagliari aveva depositato una seria di ordinanze con cui, tra l'altro, veniva invitato il MIUR a valutare e proporre ipotesi conciliative.
Oggi arriva la proposta del Tribunale di Trapani e "sul piatto dell'offerta", c'è addirittura il ruolo. Il Tribunale ha chiesto alle parti di valutare la "rinuncia a tutte le domande di cui al ricorso a fronte dell'assunzione a tempo indeterminato con decorrenza giuridica ed economica anche ai fini previdenziali dall'1 settembre 2014".
"Ogni ipotesi transattiva", commentano Bonetti e Delia, "è da prendersi positivamente e valutata in maniera approfondita ove non dimentichi, in maniera leale e ragionevole, gli sforzi ed i sacrifici dei nostri insegnanti precari". "Non accetteremo, come caldeggiato dal Premier Renzi in qualche conferenza stampa sulla "Buona Scuola", conclude Valeria Bruccola di Adida, "risarcimenti simbolici che mortificano, ancora una volta, il lavoro dei nostri docenti".

Questa del Tribunale di Trapani, all'opposto di quella caldeggiata dal Governo, concludono Delia e Bonetti, è proposta seria ed equilibrata che riesce, nell'ottica transattiva, a tener conto degli interessi e delle responsabilità delle parti.
L'Associazione Adida, proprio in questi giorni, ha lanciato le nuove azioni sulla stabilizzazione, risarcimento dei danni e ricostruzione di carriera per tutti gli insegnanti con più di 36 mesi di servizio. Sui siti dei legali (www.avvocatomichelebonetti.it www.avvocatosantidelia.it) e dell'Associazione sono presenti tutti i dettagli.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 16 Apr 2015 09:49:01 +0000