Visualizza articoli per tag: concorso docenti http://w.avvocatomichelebonetti.it Wed, 23 Oct 2019 02:48:26 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it CONCORSO FIT 2018: IL CONSIGLIO DI STATO RIGETTA LE RICHIESTE DI REVOCA PROPOSTE DAL MIUR. I NOSTRI RICORRENTI TITOLARI DI PROVVEDIMENTI CAUTELARI FAVOREVOLI HANNO DIRITTO A SVOLGERE LE PROVE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1914-concorso-fit-2018-il-consiglio-di-stato-rigetta-le-richieste-di-revoca-proposte-dal-miur-i-nostri-ricorrenti-titolari-di-provvedimenti-cautelari-favorevoli-hanno-diritto-a-svolgere-le-prove http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1914-concorso-fit-2018-il-consiglio-di-stato-rigetta-le-richieste-di-revoca-proposte-dal-miur-i-nostri-ricorrenti-titolari-di-provvedimenti-cautelari-favorevoli-hanno-diritto-a-svolgere-le-prove CONCORSO FIT 2018: IL CONSIGLIO DI STATO RIGETTA LE RICHIESTE DI REVOCA PROPOSTE DAL MIUR. I NOSTRI RICORRENTI TITOLARI DI PROVVEDIMENTI CAUTELARI FAVOREVOLI HANNO DIRITTO A SVOLGERE LE PROVE

Aggiornamenti sul contenzioso relativo al reclutamento del personale docenti mediante concorso Fit.

Dopo la nota vicenda della rimessione alla Corte Costituzionale del Concorso FIT 2018 sul ricorso patrocinato dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, con tutti i provvedimenti che ne sono conseguiti, la Sezione VI del Consiglio di Stato ritorna a pronunciarsi sulla questione dei docenti esclusi dal concorso.

Si ricorderà, infatti, che dopo la rimessione alla Corte Costituzionale e l’ammissione alle prove di tutti i nostri ricorrenti, il Consiglio di Stato, all’esito delle udienze di fine settembre 2018, aveva in parte mutato il proprio orientamento reso sui nostri ricorsi e a differenza di quanto precedentemente disposto, ove la Sezione “ha concesso le richieste misure cautelari, ammettendo, con riserva, gli appellanti a partecipare alla procedura concorsuale speciale in esame2, aveva per l’appunto,  in ragione dell’alto numero dei potenziali aventi diritto“, ritenuto di mutare la propria precedente decisione affermando che ciò “comporterebbe un mutamento della natura dello stesso concorso in esame, in assenza delle esigenze di certezza e di continuità che nella specie solo la pronuncia della Corte Costituzionale può dare”.

In forza di tale nuovo orientamento, il Miur ha provato ad impedire lo svolgimento della prova anche ai nostri ricorrenti ancora titolari di provvedimenti favorevoli notificando istanze di revoca ad hoc. Oggi la decisione del Consiglio di Stato che ha dichiarato inammissibile la richiesta del Miur contro i nostri ricorrenti che quelle prove le avevano già svolte e rigettato la richiesta di revoca per chi ancora deve sostenerle.

Gli uffici devono quindi procedere ad allestire le prove senza ulteriore indugio.

La prossima tappa è la celebrazione dell’udienza innanzi alla Corte Costituzionale prevista per il 9 maggio.

Li, si deciderà il futuro di migliaia di docenti idealmente difeso dagli Avvocati Bonetti e Delia che sono gli unici titolari del contenzioso e della scelta dei governi passati e presenti di investire sui concorsi riservati.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Fri, 15 Mar 2019 08:06:59 +0000
VITTORIA AL CONSIGLIO DI STATO: ENNESIMA ILLEGITTIMITA’ DELLA P.A. NELL’AMBITO DEL "CONCORSO DOCENTI". LA NOSTRA ASSISTITA ENTRA IN RUOLO http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1693-vittoria-al-consiglio-di-stato-ennesima-illegittimita-della-p-a-nell-ambito-del-concorso-docenti-la-nostra-assistita-entra-in-ruolo http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1693-vittoria-al-consiglio-di-stato-ennesima-illegittimita-della-p-a-nell-ambito-del-concorso-docenti-la-nostra-assistita-entra-in-ruolo VITTORIA AL CONSIGLIO DI STATO:  ENNESIMA ILLEGITTIMITA’ DELLA P.A. NELL’AMBITO DEL

Con ordinanza pubblicata in data 9 ottobre, la Sesta Sezione del Consiglio di Stato, massimo organo della Giustizia Amministrativa, si è pronunciato favorevolmente, in accoglimento dell’appello proposto dagli Avv.ti Michele Bonetti e Santi Delia sulla vicenda di un’insegnante illegittimamente esclusa dal Concorso docenti tenutosi lo scorso anno.

"Il provvedimento in questione" riporta l'Avv. Michele Bonetti "ha riformato la precedente ordinanza di rigetto emessa dal TAR del Lazio innanzi al quale si impugnava l’esclusione della ricorrente, che, oltre ad essere in possesso di una laurea in lettere, superava brillantemente tutte le prove, scritte ed orali, previste dalla procedura, collocandosi pertanto tra gli idonei al concorso. Nonostante ciò l’insegnante veniva -paradossalmente - estromessa dalla graduatoria di merito, per una supposta “carenza del titolo di abilitazione all’insegnamento”. L’ordinanza del Giudice Amministrativo nell’affermare che “la Tabella A allegata al regolamento n. 19 del 2016, (…) che individua i titoli necessari per l’accesso ai percorsi di abilitazione, in più punti specifica che determinate lauree, a certe condizioni, sono «titoli di ammissione al concorso» e che, in particolare, nelle note riferite alle classi di concorso A12 e A22, viene puntualizzato che alcune lauree, tra cui quelle in Lettere e in Materie Letterarie, purché conseguite entro l’a. a. 2001 – 2002, sono «titoli di ammissione al concorso» (espressione cui va riconosciuto un significato univoco) (…)” ritiene non solo l’azione proposta fondata, ma riconosce per di più la gravità del pregiudizio patito dalla ricorrente la quale avrebbe potuto, già da tempo, uscire dalla condizione di precariato.

Non solo, in virtù del danno dedotto, grave ed irreparabile, il Consiglio di Stato ha disposto che l’USR di riferimento, proceda al riesame del provvedimento di esclusione dell’appellante dalla procedura concorsuale.

Trattasi, quindi, di una vittoria, che mette in rilievo le illegittimità perpetratesi da parte della Pubblica Amministrazione nel c.d Concorsone docenti.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Fri, 13 Oct 2017 17:01:44 +0000
NUOVA AZIONE PER OTTENERE L'AMMISSIONE IN GAE DEI SOGGETTI IN POSSESSO DI ABILITAZIONE CONSEGUITA TRAMITE CONCORSO: RICORSO AL TAR AVVERSO IL D.M. 400/17. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1616-nuova-azione-per-ottenere-l-ammissione-in-gae-dei-soggetti-in-possesso-di-abilitazione-conseguita-tramite-concorso-ricorso-al-tar-avverso-il-d-m-400-17 http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1616-nuova-azione-per-ottenere-l-ammissione-in-gae-dei-soggetti-in-possesso-di-abilitazione-conseguita-tramite-concorso-ricorso-al-tar-avverso-il-d-m-400-17 NUOVA AZIONE PER OTTENERE L'AMMISSIONE IN GAE DEI SOGGETTI IN POSSESSO DI ABILITAZIONE CONSEGUITA TRAMITE CONCORSO: RICORSO AL TAR AVVERSO IL D.M. 400/17.

PERCHE' ADERIRE AL RICORSO:

Parte una nuova azione per i soggetti che sono in possesso di abilitazione conseguita tramite concorso ordinario per ottenere l’inserimento nelle GAE.

Gli interessati a tale azione dovranno necessariamente produrre apposita domanda di inserimento in GAE nei termini e modi previsti dal Decreto Ministeriale in questione e seguire, al contempo, la procedura di seguito indicata.

CHI PUO' RICORRERE:

Possono ricorrere tutti coloro che sono in possesso di abilitazione conseguita tramite concorso.

AUTORITA' ADITA E CONDIZIONI:

Il ricorso sarà proposto innanzi al Tar Lazio.

MODALITA' DI ADESIONE:

Per aderire all'azione ed impugnare la graduatoria sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1. Scaricare la procura allegata in fondo alla pagina.

2. Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3. Stampare l’autocertificazione allegata, compilare ogni campo, apporre la sottoscrizione.

4. Effettuare il pagamento di euro 90,00 alle coordinate allegate.  

5. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all'indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti e Santi Delia, Via San Tommaso d'Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- autocertificazione debitamente compilata e sottoscritta e corredata da apposito documento;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura "inserimento in GAE 2017 - CONCORSO").

Sulla busta deve essere apposta la scritta “inserimento in GAE 2017 - CONCORSO” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

Vi rammentiamo che una ulteriore fase e indispensabile ai fini del ricorso è l’invio della domanda di inserimento in GAE entro i termini indicati dal DM che con il presente ricorso si impugna.

5. Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo  info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “inserimento in GAE 2017 - CONCORSO”.

6. Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line.

7. Tutta la procedura deve essere effettuata entro e non oltre il giorno 4 settembre 2017. (data di ricezione della raccomandata a.r.).

ATTENZIONE: lo studio legale comunicherà con tutti i ricorrenti principalmente a mezzo e-mail. Nel Vostro interesse, pertanto, si prega di prestare particolare attenzione nell’inserimento dell’indirizzo e-mail e di non richiedere variazioni successive.

Vi ricordiamo che, anche se ormai fuori termine, va inoltrata la domanda di inserimento in GAE, anche come condizione di procedibilità, al Miur presso l'indirizzo di Viale Trastevere n. 76/a 00153 Roma nonchè agli Uffici Scolastici Provinciali di riferimento  tramite raccomandata a/r con avviso di spedizione e ricevuta di consegna e/o anche tramite posta elettronica certificata (gli indirizzi del Miur sono i seguenti:  uffgabinetto@postacert.istruzione.itdgpersonalescuola@postacert.istruzione.it) conservando gelosamente una copia di quanto inoltrato (una copia fotostatica debitamente sottoscritta e compilata in tutte le sue parti) allegando alla domanda l'avviso di spedizione e la ricevuta di consegna della raccomandata e/o della pec.

La domanda va inoltrata esclusivamente da quei soggetti che non sono nelle GAE con riserva e dunque da nuovi ricorrenti che chiedono l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento.

Consigliamo caldamente di inoltrare la domanda considerando le diverse problematiche avute nel passato a livello processuale o in sede amministrativa per punteggi titoli etc.

Dunque Vi raccomandiamo la massima attenzione nella compilazione della stessa (atto stragiudiziale che non spetta allo studio legale ma al singolo insegnante) precisiamo che diverse di queste problematiche in sede di ottemperanza sono sempre state risolte tuttavia nel Vostro interesse se siete ancora nei termini inoltrate tale modello anche come condizione di procedibilità.


Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell’originale da inviare a mezzo racc. a/r con l’invio busta tramite mail pec. Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l’intera documentazione oltre che nelle modalità indicate anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre-configurate o firme digitali.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA RISERVANDOSI, ANCHE IN IPOTESI DI CORRETTEZZA DELLA PROCEDURA SEGUITA, L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI CHE VERRA' COMUNICATA ESCLUSIVAMENTE VIA MAIL.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Wed, 14 Jun 2017 17:49:47 +0000
Soglia 35 e concorso docenti: il CDS dichiara inammissibile l'appello del MIUR. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1562-soglia-35-e-concorso-docenti-il-cds-dichiara-inammissibile-l-appello-del-miur http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1562-soglia-35-e-concorso-docenti-il-cds-dichiara-inammissibile-l-appello-del-miur Soglia 35 e concorso docenti: il CDS dichiara inammissibile l'appello del MIUR.

Il Consiglio di Stato ha confermato la propria posizione espressa nel dicembre 2016 e dichiarato inammissibile l'appello del MIUR e messo la parola fine ad uno dei contenziosi più delicati del concorso docenti 2012.

Il TAR del Lazio aveva accolto, sin dalla fase cautelare, il ricorso patrocinato dagli Avv.ti Michele Bonetti e Santi Delia con il quale si contestava la soglia di 35 punti troppo elevata per un concorso pubblico di tal fatta, soglia che disattendeva ogni normativa. I primi giudici avevano “accolto con riferimento ai ricorrenti che dopo l’ammissione con riserva hanno partecipato con esito favorevole alle prove e sono stati inseriti nella graduatoria finale […] ed ordina lo scioglimento della riserva con la quale essi sono stati inseriti nella graduatoria stessa”.

Nonostante ciò e nonostante altre nostre sentenze fossero passate in giudicato dichiarando, definitivamente, l'illegittimità della soglia, il MIUR proponeva appello. Con alcune ordinanze resa nel mese di maggio 2016 il Consiglio di Stato aveva gettato, letteralmente, nel panico gli ammessi grazie a quei ricorsi sospendendo le sentenze a loro favorevoli e mettendo in discussione i ruoli frattanto ottenuti.

Con la decisione di ieri, tuttavia, il Consiglio di Stato, accogliendo la nostra tesi, ha definitivamente fatto chiarezza sulla vicenda evidenziando come l'avvenuto annullamento della soglia a seguito di altre azioni ormai passate in giudicato elimina la possibilità per il MIUR di continuare oggi a proseguire su tale contestazione.

Secondo i giudici della Sesta Sezione, infatti, "la clausola del bando, oggetto di impugnazione, è stata già annullata dal Tribunale amministrativo con sentenze, diverse da quella in esame, passate in giudicato (tra le altre, sentenze 11 gennaio 2014, n. 326; 14 luglio 2015, n. 9427; 14 luglio 2015, n. 9425).

L’annullamento di un atto amministrativo generale, nella parte in cui ha un contenuto inscindibile, produce effetti erga omnes. Si tratta, infatti, di «atto sostanzialmente e strutturalmente unitario, il quale non può sussistere per taluni e non esistere per altri» (Cons. Stato, sez. VI, 1 aprile 2016, n. 1289).

L’appello deve, pertanto, essere rigettato, con conferma della sentenza impugnata.
Un’altra importante vittoria che arriva a fare giustizia sulle tante, troppe irregolarità legali e procedurali riscontrate nel c.d. concorsone.
Una sentenza di merito che sancisce l’illegittimità di un concorso pieno di irregolarità in tutte le sue prove” commentano gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, “l’amministrazione già annuncia nuovi concorsi senza prendersi carico delle posizioni pendenti che, ancora una volta, sono devolute solo alla magistratura”.

Vai alla sentenza di aprile 2017

Vai alla sentenza di dicembre 2016

]]>
andrea.mineo@avvocatomichelebonetti.it (Andrea Mineo) Precari della scuola Tue, 04 Apr 2017 17:31:53 +0000
Concorso docenti 2016: ricorso per l’assegnazione interregionale tra gli idonei dei posti banditi http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1547-concorso-docenti-2016-ricorso-per-l-assegnazione-interregionale-tra-gli-idonei-dei-posti-banditi http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1547-concorso-docenti-2016-ricorso-per-l-assegnazione-interregionale-tra-gli-idonei-dei-posti-banditi Concorso docenti 2016: ricorso per l’assegnazione interregionale tra gli idonei dei posti banditi

Le prove del concorso docenti 2016 stanno giungendo al termine e, in quasi tutte le regioni, sono ormai state pubblicate le graduatorie di merito dei vincitori.

Tali graduatorie, come previsto dal novato art. 400 comma 15 del Testo Unico, a cui si rifanno i DD.MM., sono composte “da un numero di soggetti pari, al massimo, ai posti messi a concorso, maggiorati del 10 per cento”.

Ciò comporta, in un concorso di natura nazionale, che per le medesime classi di insegnamento in una regione non vi sia un numero di vincitori sufficiente a coprire i posti banditi mentre in altre regioni vi sia un ingente numero di idonei che non potrà essere destinatario di contratti.

Da tale situazione nasce il rischio concreto che gli idonei al concorso non abbiano alcuna speranza di essere assunti nel triennio di validità delle graduatorie nonostante abbiano superato le prove di un duro concorso.

Per questo motivo, insieme all’associazione ADIDA, avanzeremo ricorso per la tutela degli idonei al concorso esclusi dalle graduatorie di merito al fine di consentire lo “scorrimento della graduatoria” a livello interregionale per le classi di concorso in cui sono residuati posti non coperti.

Pertanto se, ad esempio, nella classe di concorso A060 ci sono posti vacanti in Umbria mentre nelle Marche vi sono insegnanti idonei in esubero, questi ultimi potranno proporre ricorso per andare ad occupare tali posti “banditi” ma rimasti liberi.

Prima dell’adesione al ricorso vi invitiamo a verificare la data di pubblicazione della graduatoria di merito di Vostra pertinenza e le successive rettifiche, ricordandovi che il termine di impugnazione di tali graduatorie è di 60 giorni per il ricorso al TAR e di 120 giorni per il ricorso al Presidente della Repubblica. Per molte classi di concorso, quindi, sono ormai scaduti i termini per l’impugnazione e non potrà essere proposta alcuna azione dinanzi al G.A. L’azione, comunque, potrà essere eventualmente esperita al giudice del lavoro previo colloquio con lo studio che valuterà individualmente le Vostre posizioni.

Il costo di adesione è di euro 150,00 tuttavia, per la natura del ricorso, i candidati saranno divisi in piccoli gruppi individualizzati sulla base della graduatoria da impugnare. Per questo motivo, ove le adesioni non dovessero raggiungere i 20 ricorrenti per ogni tipologia di ricorso, tutti gli insegnanti che avranno aderito saranno contattati per una integrazione della quota versata rideterminata di volta in volta in base al numero di adesioni. Coloro che non saranno interessati a proseguire il ricorso in considerazione della maggiorazione della somma da versare, riavranno indietro quanto già versato.

Per aderire all’azione sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1. Scaricare la procura allegata.

2. Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3.Effettuare il pagamento di euro 150 alle coordinate allegate.

4. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- copia del documento di identità;

- scheda del ricorrente;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura “concorso 2016 - idonei”).

Sulla busta deve essere apposta la scritta “concorso 2016 – idonei” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

5. Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “concorso 2016 idonei”.

6. Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA, RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

 

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 21 Feb 2017 15:36:41 +0000
CONCORSO DOCENTI 2016: ALTRO ACCOGLIMENTO DA PARTE DEL TAR LAZIO. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1536-concorso-docenti-2016-altro-accoglimento-da-parte-del-tar-lazio http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1536-concorso-docenti-2016-altro-accoglimento-da-parte-del-tar-lazio CONCORSO DOCENTI 2016: ALTRO ACCOGLIMENTO DA PARTE DEL TAR LAZIO.

Un’altra importante vittoria ottenuta dallo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners relativa al Concorso a posti e cattedre per il reclutamento del personale docente.

Nella giornata di ieri il TAR Lazio ha emesso un’ordinanza con cui accoglie l’istanza cautelare in favore di un nostro ricorrente rimasto escluso dalla prova orale per la classe di concorso A028, patrocinato dagli Avv.ti Bonetti e Delia.

Le censure poste a fondamento del ricorso riguardavano, in primis, l’evidente errore di calcolo effettuato dalla commissione giudicatrice che assegnava un punteggio nettamente inferiore al candidato e, in subordine, la presenza di innumerevoli posti disponibili per la classe di concorso A028, che non giustifica quindi la necessità di una soglia di ammissione così alta alla prova orale, per cui ricordiamo è fissata sui 28/40.

Inoltre, come giustizia vuole, ci si è scagliati contro l’illegittimo sistema di sbarramento caratterizzato da quella soglia incomprensibile che (ormai da anni) lascia fuori candidati meritevoli sulla base di valutazioni troppo discrezionali (e  a volte erronee) da parte delle commissioni giudicatrici.

Si tratta di un provvedimento di rilevante interesse (consultabile in allegato), seppur di natura cautelare, non solo perché consente ancora una volta di far luce sulle irregolarità e le ingiustizie nelle procedure dei concorsi pubblici, ma ancor di più perché attinge ad uno spazio storicamente riservato alla Pubblica Amministrazione, la cui discrezionalità ha da sempre rappresentato un muro impenetrabile al sindacato giurisdizionale del Giudice Amministrativo.

]]>
andrea.mineo@avvocatomichelebonetti.it (Andrea Mineo) Precari della scuola Wed, 21 Dec 2016 12:02:18 +0000
CONCORSO DOCENTI SVOLTOSI NELLE MARCHE, PER IL CONSIGLIO DI STATO VANNO RICORRETTE TUTTE LE PROVE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1509-concorso-docenti-svoltosi-nelle-marche-per-il-consiglio-di-stato-vanno-ricorrette-tutte-le-prove http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1509-concorso-docenti-svoltosi-nelle-marche-per-il-consiglio-di-stato-vanno-ricorrette-tutte-le-prove CONCORSO DOCENTI SVOLTOSI NELLE MARCHE, PER IL CONSIGLIO DI STATO VANNO RICORRETTE TUTTE LE PROVE

Dopo un lungo contenzioso il ricorso in appello avverso la sentenza del TAR delle Marche giunge finalmente ad un epilogo positivo.

Il Consiglio di Stato accoglie il ricorso del ricorrenti che mai avevano sostenuto la prova orale e che si erano fermati allo scritto nel cosiddetto "Concorsone Profumo". Il Consiglio di Stato ha disposto la ricorrezione delle loro prove con le seguenti modalità "Al fine di garantire l’anonimato delle correzioni, l’Ufficio scolastico regionale delle Marche dovrà adottare tutti gli atti necessari affinché la medesima commissione nominata per il concorso su cui si controverte ovvero, se ciò sia impossibile, altra commissione all’uopo costituita, provveda alla correzione non solo delle prove sostenute dagli appellanti (nelle consuete forme dello svolgimento del concorso, ossia inserendo in busta sigillata e separata il nome di ciascun candidato), ma anche (con le medesime modalità) di 10 (dieci) prove di altri candidati che non abbiano raggiunto la sufficienza, di 10 (dieci) prove di altri candidati che abbiano conseguito la sufficienza e di 10 (dieci) prove di candidati che abbiano ottenuto il massimo dei voti, per un totale di quaranta prove da esaminare (Tar Campania, 2 ottobre 2003, n. 12316)."

Michele Bonetti, Avvocato.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Fri, 21 Oct 2016 17:32:10 +0000
Proroga adesioni al ricorso per il Concorso Docenti 2016 http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1421-proroga-adesioni-al-ricorso-per-il-concorso-docenti-2016 http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1421-proroga-adesioni-al-ricorso-per-il-concorso-docenti-2016 Proroga adesioni al ricorso per il Concorso Docenti 2016

Alla luce dei recenti accoglimenti intervenuti nella giornata di ieri, con cui il T.A.R. ha consentito mediante provvedimenti urgenti di presentare la domanda di partecipazione alle prove e di presentarsi agli esami stessi (per maggiori dettagli, leggete l'intervento dell'Avvocato Bonetti sul Corriere della Sera), lo studio legale comunica che le adesioni al ricorso sono prorogate fino al 7 aprile. Per le modalità di adesione cliccate qui.

Tutti coloro che intendono aderire, e coloro che hanno già aderito ma non hanno ancora provveduto, devono inoltrare la domanda in formato cartaceo al Ministero, i cui modelli verranno inviati dal nostro studio non appena compilato il form di adesione. Tale incombenza si ritiene necessaria indipendentemente dalla scadenza del termine per la presentazione della domanda online prevista dal bando. L’importanza dell’inoltro della domanda trova conferma dalla giurisprudenza del Tar del Lazio in merito ai ricorsi per l’accesso al Concorso 2012; in tale occasione, difatti, il Collegio del Tar confermò i decreti di urgenza emessi solo per coloro che avevano inoltrato la domanda, quantomeno in forma cartacea. Sarebbe stato preferibile inoltrare la domanda entro il 30 marzo, tuttavia, essendovi preclusa dal bando la partecipazione, riteniamo che vi sia comunque la possibilità di ricorrere.

Sempre dalla vostra parte!

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Thu, 31 Mar 2016 09:42:18 +0000
Concorsone scuola 2016: ecco tutti i nostri ricorsi http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1410-concorsone-scuola-2016-ecco-tutti-i-nostri-ricorsi http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1410-concorsone-scuola-2016-ecco-tutti-i-nostri-ricorsi Concorsone scuola 2016: ecco tutti i nostri ricorsi

In merito alla recente pubblicazione dei tre bandi di concorso per docenti da 63.712 posti, i nostri studi legali ed i nostri avvocati, che da 10 anni lavorano per gli insegnanti al fianco di alcune strutture associative anche di ispirazione sindacale, ritengono opportuno chiarire quanto segue in merito alle più volte sollecitate iniziative legali.

Chiariamo sin da subito che la scelta di non “pubblicizzare” iniziative legali prima della pubblicazione del bando è stata voluta per non svilire l’azione legale e l’iniziativa culturale e politica sottesa e portata avanti da anni da soggetti come l’Adida e la Voce dei Giusti.

Chiaramente si potrebbero sviluppare una serie di contenziosi anche relativi allo svolgimento delle prove scritte ed orali come, ad esempio, quelli relativi alle graduatorie regionali. Riteniamo prematuro, in questo momento, affrontare tali vicende la cui proponibilità è comunque connessa al punteggio ottenuto ed alle problematiche che si svilupperanno in fase concorsuale.

Nell’immediato riteniamo che vi siano molteplici categorie tutelabili e per cui proporre ricorso sin da ora:

a. Abilitandi del sostegno dell’ultimo ciclo. Trattasi di un ricorso collettivo che tiene conto degli errati criteri temporali e cronologici adottati dal Miur e che non include i soggetti che stanno conseguendo l’abilitazione in questi mesi.

b. Insegnanti con almeno 3 anni di servizio. La sentenza della Corte di Giustizia Europea del 26 novembre 2014 ha, difatti, dichiarato illegittima la normativa italiana, la quale permette, in attesa dell’espletamento delle procedure concorsuali per l’assunzione di personale di ruolo delle scuole statali, l’abuso di contratti a termine. Orbene, negare la possibilità a questi docenti di partecipare al concorso appare in contrasto con la suddetta pronuncia della Corte lussemburghese.

c. Docenti con 360 giorni di servizio ed a cui è stato negato l’accesso ai Percorsi Abilitanti Speciali. La sentenza n. 2750/2015 del Consiglio di Stato ha, infatti, dichiarato eccessiva tale limitazione e, pertanto, tali docenti hanno il diritto di partecipare al concorso al pari degli abilitati PAS, quantomeno “con riserva”.

d. Coloro che hanno conseguito la laurea prima dell’a.a. 2003/2004 (c.d. vecchio ordinamento). Nonostante i nostri precedenti favorevoli dello scorso anno ottenuti per questa tipologia di contenziosi, si rileva che oggi vi è la copertura legislativa che comporterà una maggiore difficoltà, tuttavia, stante i principi espressi dal G.A. riteniamo di difendere anche tali docenti.

e. Coloro che hanno conseguito la laurea dopo l’a.a. 2003/2004, non abilitati all’insegnamento. Nonostante i nostri precedenti favorevoli dello scorso anno ottenuti per questa tipologia di contenziosi, si rileva che oggi vi è la copertura legislativa che comporterà una maggiore difficoltà, tuttavia, stante i principi espressi dal G.A. riteniamo di difendere anche tali docenti.

f. Coloro che sono in possesso dei 3 anni di servizio per gli ITP.

g. Coloro che stanno svolgendo o hanno svolto dottorati di ricerca. Cliccando qui tutte le informazioni utili. 

h. Coloro che già sono in ruolo ed intendono, tramite il concorso, mutare la propria classe di insegnamento.

i. Abilitati PAS con cautelare. Trattasi di abilitati ai PAS con riserva processuale (del Tar). Per tali categorie vi possono essere delle difficoltà che stiamo comunque cercando di risolvere. In caso di esclusioni o altre problematiche cureremo tutta la fase stragiudiziale e giudiziale per consentire piena partecipazione al concorso anche col titolo “con riserva”.

j. TFA con riserva, Sostegno con riserva ed altre abilitazioni conseguite all’esito di procedure giudiziali che hanno determinato l’ammissione con riserva rispetto alla quale vi possono essere delle difficoltà che stiamo comunque cercando di risolvere. In caso di esclusioni o altre problematiche cureremo tutta la fase stragiudiziale e giudiziale per consentire piena partecipazione al concorso anche col titolo “con riserva”.

k. Classi di concorso Italiano L2-LS. Che potrebbero concorrere in classi similari.

l. GM 2012infanzia. Sono i soggetti idonei del concorso 2012 esclusi dal piano assunzioni e i cui posti sono coperti dall’attuale concorso. Per maggiori informazioni consultate le nostre FAQ.

m. Laureati o diplomati presso le accademie di belle arti e gli istituti superiori per le industrie artistiche, i conservatori e gli istituti musicali pareggiati, gli ISEF prima del 7 giugno 1999 o laureandi a questa data che abbiano conseguito la laurea entro gli anni accademici 2001-2002, 2002-2003 e 2003-2004 se si tratta di corso di studi di durata rispettivamente quadriennale, quinquennale ed esaennale e coloro che abbiano conseguito i superiori diplomi entro l’anno in cui si conclude il periodo prescritto dal relativo piano di studi a decorrere dall’anno accademico 1998-1999 sempre che la loro CDC non sia stata bandita in nessuna Regione d’Italia.

n. Coloro che sono in possesso di diploma di maturità magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002 con indirizzo sperimentale linguistico.

o. Abilitandi PAS ultimo scaglione.

p. Abilitati all’estero.

q. Gli abilitati alla professione di avvocato o dottore commercialista laureati in giurisprudenza o economia e commercio che abbiano dato le materie integrative per la classe A019.

r. Ricorso avverso la tabella di valutazione del servizio specifico non continuativo prestato per almeno 180 giorni.

s. Ricorso avverso la tabella di valutazione del servizio sostegno per la classe di concorso da cui è derivata la nomina.

t. Ricorso avverso la tabella di valutazione dei titoli, con particolare riferimento alla valutazione servizio aspecifico su classe di concorso non afferente al medesimo Ambito Verticale.

u. Gli insegnanti in possesso di diploma di maturità magistrale e che sono già sono in ruolo ma con riserva processuale. Rientrano in questa categoria tutti i ricorrenti che hanno proposto ricorso per l’inserimento in GAE in virtù del diploma di maturità magistrale e che, a seguito del provvedimento del Giudice sono stati inseriti nelle graduatorie ed hanno ottenuto il ruolo. Questi insegnanti sono inseriti nel database ministeriale come soggetti “di ruolo” pertanto non possono partecipare al concorso e non possono presentare domanda tramite il portale di istanze on line. Tutti gli insegnanti in questa situazione che hanno presentato ricorso per l’inserimento in GAE con il nostro studio, con l’associazione ADIDA o La Voce dei Giusti, potranno partecipare a questo ricorso al costo di 50,00 euro; tutti coloro che hanno proposto ricorso per l’inserimento in GAE con altri avvocati o altre associazioni, invece, potranno accedere al ricorso versando la somma di euro 200,00. 

Rappresentiamo che il costo del ricorso sarà di euro 200,00 e che non vi sarà alcun costo di tessera o eventuali trattenute sindacali.

Successivamente alla compilazione del form e alla verifica dell’avvenuto pagamento, provvederemo ad inoltrare a tutti i ricorrenti una domanda cartacea da compilare e spedire al ministero.

Copia della domanda spedita al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (VIALE TRASTEVERE 76/A - 00153 - ROMA) dovrà essere gelosamente conservata insieme alle ricevute di spedizione e di ritorno.

Presso il nostro studio dovrà essere inoltrata tramite email e tramite raccomandata la documentazione che troverete nell'informativa allegata in calce alla presente.

Non riteniamo che vi saranno problemi per il raggiungimento di numeri minimi di partecipanti. In ogni caso, per le categorie più particolari, è fissato il tetto minimo di 8 ricorrenti.

Precisiamo sin da ora di ritenere i ricorsi sulle categorie proposte fondati ma che, per l’accoglimento processuale, potrebbero subentrare le problematiche più diverse. Ciò che assicuriamo a tutti voi è la massima professionalità, un curriculum vitae nel settore in molti casi pieno di successi, che hanno fatto da apripista alla storia dei ricorsi nella scuola, nonché la serietà e competenza delle strutture associative che lavorano con noi, mantenendo la propria indipendenza in alcune occasioni anche nei confronti dei ricorsi e sempre mosse dall’unico obiettivo della piena tutela degli associati.

Chiunque volesse intraprendere un ricorso non compreso tra le dette categorie o di natura individuale è invitato a contattare direttamente lo studio legale.

 

LE ADESIONI AL RICORSO DEVONO PERVENIRE ENTRO E NON OLTRE IL 7 APRILE 2016 

 

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Thu, 17 Mar 2016 15:23:53 +0000
Concorsone 2012: Arriva la sentenza sulla soglia dei 35 punti http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1319-concorsone-2012-arriva-la-sentenza-sulla-soglia-dei-35-punti http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1319-concorsone-2012-arriva-la-sentenza-sulla-soglia-dei-35-punti Concorsone 2012: Arriva la sentenza sulla soglia dei 35 punti

Ancora una volta il TAR del Lazio accoglie un ricorso sul tanto discusso concorso docenti 2012, patrocinato dagli Avv.ti Michele Bonetti e Santi Delia per conto delle associazioni ADIDA e La Voce dei Giusti.
Nel caso di specie la questione verteva sulla soglia di 35 punti troppo elevata per un concorso pubblico di tal fatta, soglia che disattendeva ogni normativa.
Con questa sentenza il TAR “accoglie con riferimento ai ricorrenti che dopo l’ammissione con riserva hanno partecipato con esito favorevole alle prove e sono stati inseriti nella graduatoria finale […] ed ordina lo scioglimento della riserva con la quale essi sono stati inseriti nella graduatoria stessa”.

Un’altra importante vittoria che arriva a fare giustizia sulle tante, troppe irregolarità legali e procedurali riscontrate nel c.d. concorsone.
Una sentenza di merito che sancisce l’illegittimità di un concorso pieno di irregolarità in tutte le sue prove” commenta l’Avvocato Michele Bonetti, patrocinatore del ricorso insieme all’Avvocato Santi Delia “l’amministrazione già annuncia nuovi concorsi senza prendersi carico delle posizioni pendenti che, ancora una volta, sono devolute solo alla magistratura”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Mon, 27 Jul 2015 09:35:36 +0000