Domenica, 09 Luglio 2017 07:41

MODELLO B: IL MODULO DA INOLTRARE E LE RISPOSTE ALLE VOSTRE DOMANDE PIÙ FREQUENTI

Pubblicato in Precari della scuola

Gentili ricorrenti,

Vi ricordiamo che per coloro che hanno inoltrato la domanda di inserimento/aggiornamento delle graduatorie di istituto di II e/o III fascia sarà compilabile su Istanze on line il MODELLO B dal 14 al 25 luglio 2017.

Il modello si potrà redigere in sola forma telematica sul sito di “istanze on-line” e dovrà essere compilato al fine di inserire “un massimo di 20 istituzioni scolastiche, appartenenti alla medesima provincia, con il limite, per quanto riguarda la scuola dell'infanzia e primaria, di 10 istituzioni di cui, al massimo, 2 circoli didattici” come disposto dal decreto ministeriale.

Considerando la circostanza che le Vostre domande, strumentali al ricorso, non saranno prese in considerazione dagli Uffici, consigliamo di stampare e compilare il modulo allegato alla presente e di inoltrarlo alla scuola capofila, al M.I.U.R. e presso il Vostro Ambito Territoriale entro il giorno 25 luglio 2017, a mezzo raccomandata a.r. o a mezzo pec, conservandone copia e conservando le ricevute di spedizione e di consegna o consegnandolo a mani facendosi rilasciare dall’ufficio un timbro o un protocollo.

Trattandosi di inoltro con modalità “difformi” da quelle disposte dal MIUR, è possibile che riscontriate resistenze da parte degli Uffici riceventi, ma consigliamo comunque di procedere all’inoltro del detto modello onde evitare problematiche processuali.

Ovviamente per quanto concerne la compilazione del MODELLO B per eventuali classi di insegnamento per cui avete titolo è opportuno che utilizziate sempre le procedure ministeriali.

Riportiamo di seguito alcune risposte alle Vostre domande più frequenti.

1.                 Chi deve compilare il MODELLO B?

Il modello B deve essere compilato da tutti gli insegnanti che hanno inoltrato la domanda di inserimento/aggiornamento delle G.I. entro il 24 giugno 2017.

2.                 Quando scade la compilazione del MODELLO B?

Il modello B deve essere inoltrato entro il giorno 25 luglio 2017.

3.                 Il M.I.U.R. consente di spedire il modello in formato cartaceo come è avvenuto con i modelli A1, A2 e A2bis?

No, il M.I.U.R. prevede la spedizione del Modello B solo telematicamente tramite il portale di Istanze on-line tuttavia, per tutti coloro che hanno presentato la domanda di inserimento/aggiornamento delle G.I. al fine di proporre ricorso, sarà possibile inoltrare il modello in forma cartacea a mezzo raccomandata a.r., a mezzo pec, conservandone copia e conservando le ricevute di spedizione e di consegna o consegnandolo a mani facendosi rilasciare dall’ufficio un timbro o un protocollo.

4.                 Devo presentare un MODELLO B diverso per ogni classe di insegnamento per cui ho richiesto l’inserimento in G.I.?

No, il modello B è unico, quindi va compilato una sola volta anche se si è inseriti in G.I. per scuole di grado diverso.

5.                 Ho presentato due domande di inserimento/aggiornamento delle G.I., una per gli insegnamenti per cui ho titolo tramite i modelli ministeriali, mentre l’altra con i modelli messi a disposizione dal Vostro studio, in quanto strumentale al ricorso, per titoli non ritenuti validi all’inserimento in G.I. da parte del M.I.U.R. Devo presentare un solo modello B?

No, anche al fine di preservare l’inserimento/aggiornamento eseguito per l’insegnamento per cui ha titolo è il caso che presenti due modelli differenti. Il primo on-line con le procedure richieste dal M.I.U.R. mentre il secondo, strumentale al ricorso, tramite il modello cartaceo messo a disposizione da noi.
SOLO QUALORA, avesse presentato la domanda di inserimento/aggiornamento delle G.I. sia per la III fascia (per la quale possiede i requisiti richiesti dal MIUR) che per la II fascia (strumentale al ricorso) con il medesimo titolo (e quindi per il medesimo insegnamento), potrà compilare il Modello B esclusivamente in via telematica. Ove possibile, difatti, è sempre opportuno utilizzare le procedure ministeriali.

6.                 Ho compilato in modello B online, devo spedirlo anche in formato cartaceo?

No, se siete riusciti ad inoltrare il modello B tramite il portale di istanze online, non è necessario inoltrarlo anche in formato cartaceo e, in ogni caso, ove possibile è sempre preferibile utilizzare le procedure ministeriali.

7.                 A chi deve essere inoltrato il MODELLO B?

Va inoltrato alla scuola capofila che ha ricevuto la domanda di aggiornamento/inserimento in G.I. entro i termini ministeriali e, a fini cautelari, consigliamo l’inoltro anche al M.I.U.R. e presso l’Ambito Territoriale di appartenenza.

8.                 Quante sono le scuole esprimibili?

Le sedi esprimibili nella scuola secondaria di primo e secondo grado sono fino ad un massimo di 20.

Per quanto riguarda, invece, infanzia e primaria, sono esprimibili massimo 10 scuole di cui, al massimo, 2 circoli didattici.

9.                 Posso inserire tra le scuole opzionate anche sedi di diverse province?

No, le scuole opzionate devono appartenere tutte alla stessa provincia della scuola capofila.

10.                 Ho inoltrato correttamente la domanda di aggiornamento/inserimento in G.I. entro i termini ministeriali alla scuola capofila, ma sul portale on-line il mio punteggio è errato. Cosa devo fare?

Il problema da Lei riscontrato sembrerebbe attribuibile ad un bug del sistema e, pertanto, si auspica che venga risolto autonomamente dal M.I.U.R. senza necessità di ricorrere a contenziosi. È opportuno, tuttavia, segnalare tale problematiche al Ministero e alle scuole, in modo da non incorrere in problematiche più serie. Per questo motivo abbiamo predisposto un’istanza di reclamo ad hoc scaricabile direttamente in calce alla pagina e che potrete inoltrare autonomamente a mezzo raccomandata a.r. o a mezzo pec, conservandone copia e conservando le ricevute di spedizione e di consegna o consegnandola a mani facendosi rilasciare dall’ufficio un timbro o un protocollo.

11.            Sono inserito in GAE e nella I fascia delle G.I. con riserva e, ai sensi dell’art. 4 comma 15 del D.M. ho aggiornato anche la II/III fascia delle G.I. per i medesimi insegnamenti dello scorso triennio, posso cambiare scuola capofila?

No, la scuola capofila deve rimanere quella dello scorso triennio e vanno confermate anche le ulteriori scuole esprimibili.

12.            Sono inserito in GAE e nella I fascia delle G.I. con riserva e, ai sensi dell’art. 4 comma 15 del D.M. ho aggiornato anche la II/III fascia delle G.I. per insegnamenti non impartiti nel precedente triennio, posso cambiare le scuole di preferenza?

Si, coloro che hanno richiesto l’aggiornamento della II/III fascia delle G.I. per nuovi insegnamenti rispetto al precedente triennio, possono sostituire le scuole espresse sempre, però, nell’ambito della provincia della I fascia la quale, in ogni caso, non apparirà aggiornata.

13.            La scuola non vuole accettare il mio MODELLO B perché inoltrato in maniera cartacea (quindi in modalità difforme). Cosa devo fare?

Qualora le Amministrazioni si dovessero rifiutare di ricevere e/o protocollare il modello B procedere all’inoltro dello stesso tramite pec o tramite raccomandata entro i termini stabiliti dal M.I.U.R.

14.            Non ho inoltrato la domanda di aggiornamento/inserimento in G.I. entro i termini ministeriali, posso comunque produrre il MODELLO B?

Giuridicamente a nostro avviso non può presentare il MODELLO B se non ha inoltrato i modelli A1, A2 e A2bis, tuttavia alcuni sindacati e associazioni consigliano la spedizione delle domande congiuntamente al Modello B anche tardivamente.

A nostro avviso è il caso di inoltrare la domanda tardiva solo per le GAE e non per le GI, anche al fine di non aggravare il lavoro della P.A. già appesantito dalla grande mole di ricorsi, strumento a cui ricorriamo per la tutela dei Vostri diritti, ma di cui non riteniamo di abusare.

Le presenti FAQ sono meramente orientative e devono essere rapportate ai singoli casi specifici.

Vengono rimesse e sono state redatte dall’Avv. Michele Bonetti a mero titolo gratuito, ma declinando ogni forma di responsabilità che richiederebbe una approfondita consulenza per ogni singolo caso di specie e che si vuole provare ad evitare per vicende giuridiche di minore rilevanza che investono, comunque, migliaia di persone.

Avv. Michele Bonetti

Visite oggi 82

Visite Globali 2910011