Mercoledì, 11 Marzo 2015 15:54

SALTA LA RIFORMA SULLA BUONA SCUOLA

Pubblicato in Precari della scuola

La VI sezione del Consiglio di Stato, presieduta dal Dott. Stefano Baccarini, in data 11 marzo 2015, ha ammesso nelle graduatorie ad esaurimento 3000 precari, relativamente ad un ricorso dell’associazione Adida e la Voce dei Giusti, patrocinati, sino all’ultimo organo della giustizia amministrativa, dagli avvocati Michele Bonetti, Santi Delia ed Umberto Cantelli.

Per gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia “l’ordinanza del Consiglio di Stato, che riforma la dolorosa condanna subita al Tar dai precari, rappresenta un provvedimento di giustizia sociale, l’ultima speranza per i precari esclusi dalle graduatorie ad esaurimento; con l’inserimento nelle GAE è possibile essere stabilizzati, entrando in ruolo. Proporremo identici ricorsi al giudice del lavoro per ampliare il nostro orientamento favorevole  fino a quando la classe politica non estenderà a tutti il giudicato del Consiglio di Stato”.

Valeria Bruccola dell’Adida e Francesca Bertolini de La voce dei Giusti commentano il provvedimento che si inserisce nella riforma del Governo che vuole svuotare le GAE con la stabilizzazione di tutti i docenti ivi iscritti: “urge un provvedimento politico che estenda a tutti i precari della scuola l’ingresso nelle graduatorie ad esaurimento, nonché a tutti coloro che hanno il diploma magistrale, così come già ottenuto con il nostro ricorso al Capo dello Stato, che fece entrare in II fascia tutti i precari col diploma magistrale. Bisogna cominciare a reinvestire nell’istruzione e nel mondo della conoscenza partendo da un incremento dei finanziamenti”.

Visite oggi 774

Visite Globali 2892144