Domenica, 11 Maggio 2014 15:00

FAQ MAXI-RICORSO 2014

Pubblicato in News

FAQ MAXI-RICORSO 2014

CHE COSA CHIEDIAMO?

Attraverso il ricorso, chiediamo la rivisitazione del sistema di accesso al mondo universitario da parte del Ministro, e nello specifico il libero accesso all’Università italiana. Crediamo fermamente che un Paese come il nostro che da anni ormai è in ginocchio per via di una crisi economica che stenta ad arrestarsi debba cominciare a reinvestire sull’istruzione pubblica e soprattutto libera. Tale richiesta viene anche giustificata dal fatto che oggi l’Italia è il terzultimo paese in Europa per il numero di laureati.

QUALI SONO GLI OBIETTIVI?

L’obiettivo  principale è quello di far cadere il sistema dell’accesso programmato e di ottenere l’accesso libero alle università o comunque di far immatricolare in sovrannumero tutti i ricorrenti dell’UDU, come già accaduto negli anni precedenti. Per fare ciò partiamo dalle irregolarità che si sono verificate in tutti gli atenei d’Italia durante lo svolgimento dei test, in particolare all’ateneo di Bari, per dimostrare l’iniquità del sistema e chiedere la sua abolizione.

Come già sosteniamo dal 2007 il diritto allo studio in quanto diritto primario della persona può essere compresso solo nel contemperamento degli interessi e al cospetto di una procedura del tutto regolare. Nel momento in cui vi siano anche delle minime illegittimità, il diritto allo studio, in quanto diritto della persona, si espande e permette l’iscrizione del ricorrente in soprannumero.

Tali tesi caratterizza oramai da numerosi anni la nostra azione amministrativa e dopo la storica sentenza del TAR Lazio, ad oggi è condivisa ed accolta dai TAR nazionali ed in ultimo anche dal Consiglio di Stato.

A CHI E’ RIVOLTO IL MAXI-RICORSO?

Il ricorso è volto a tutti gli studenti contrari al numero chiuso che abbiano partecipato ai test per l’a.a. 2014/2015.

Vi chiediamo però, anche al fine di valutare ogni situazione di compilare con attenzione la scheda UDU sul numero chiuso (sotto allegata) e di seguire attentamente le istruzioni per l’adesione sotto riportate.

QUANTO MI COSTERA’?

Questo ricorso ha per noi un significato importantissimo e trascende l’aspetto economico.

Costituisce un’ulteriore, importante, tappa per la battaglia contro l’accesso programmato.

L’Unione coprirà tutte le spese autofinanziandosi. Quello che vi richiediamo è solo una partecipazione simbolica di € 15,00, omnicomprensivi.

POSSO FARE ALTRI RICORSI INSIEME AL MAXI-RICORSO UDU?

Nel nostro ordinamento non è concesso proporre due volte la stessa domanda, pertanto per aderire a questa grande azione dovrete rinunciare ad altri ricorsi aventi le stesse finalità.

Il MAXI RICORSO UDU è finalizzato ad avanzare censure collettive mentre per specifiche esigenze e censure è possibile contattare lo Studio Legale Michele Bonetti Avvocato & Partners per avere delucidazioni su ricorsi individuali e semi-collettivi, usufruendo di una prima consulenza gratuita.

POSSO ADERIRE AL RICORSO ANCHE SE HO PARTECIPATO AL RICORSO NEL 2013 O IN ANNI PRECEDENTI?

Certamente si. In quanto col nuovo ricorso si richiede l'iscrizione per l'anno accademico 2014/15.

IL MAXI-RICORSO SERVE PER ANNULLARE LA GRADUATORIA NAZIONALE?

No! L’UDU non vuole chiedere l’annullamento della graduatoria nazionale, ma l’ammissione in sovrannumero di tutti i ricorrenti. Riteniamo infatti che non si debba pregiudicare il sacrificio di tanti studenti, dopo tanto studio, hanno visto coronare il proprio sogno. Vogliamo piuttosto estendere il diritto di studiare nel corso di laurea ad ognuno più congeniale al maggior numero di studenti possibili.

IL MAXI-RICORSO UDU E’ SOLO CONTRO IL NUMERO CHIUSO?

No! il nostro ricorso si basa sulle irregolarità che si sono verificate in tutta Italia durante lo svolgimento dei test per i corsi a numero chiuso su scala nazionale. Essendo la graduatoria nazionale, qualsiasi irregolarità verificatasi ha delle ripercussioni negative su tutti i partecipanti al test.

Noi proviamo a sfruttare le vittorie che ogni anno otteniamo tramite i ricorsi per dimostrare che il sistema del numero chiuso sia fortemente iniquo e pertanto deve essere abolito. Resta una rivendicazione politica che noi portiamo avanti da anni, e i ricorsi sono solo uno degli strumenti che sfruttiamo per abbattere il sistema d’accesso universitario.

QUANTI TIPI DI RICORSI FAREMO?

Quest’anno presenteremo due ricorsi distinti: il primo solo per i ricorrenti che hanno provato il test a Bari, il secondo con tutti i ricorrenti che hanno provato il test nelle altre parti d’Italia. La logica è quella di utilizzare il ricorso su Bari come ariete per scardinare il test di quest’anno, chiedendo l’ammissione in sovrannumero di tutti i ricorrenti, e una volta constata l’irregolarità in via giudiziaria, provare ad estendere l’irregolarità anche per i ricorrenti che hanno provato il test in altre parti Italia.

QUANDO SCADE L’ADESIONE AL MAXI-RICORSO?

Il termine per aderire al ricorso scade il 30 Aprile per i ricorrenti che hanno provato il test a Bari, e il 15 Maggio 2014 per tutti gli altri ricorrenti, salvo proroghe, ultimo giorno utile per SPEDIRE (E NON FAR PERVENIRE) il vostro plico mediante raccomandata a.r. allo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners (Via S. Tommaso D’Aquino 47 – Roma 00136). Vi chiediamo la cortesia di indicare sulla busta la dicitura “MAXI RICORSO UDU” e l’indicazione del corso di laurea preferito (ad es. Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Architettura, Scienze della Formazione Primaria).

 VI PREGO DI NON INVIARE NULLA TRAMITE MAIL, MA SOLO TRAMITE RACCOMANDATA A/R

COSA DEVO FARE PER ADERIRE AL MAXI-RICORSO?

Devi inviare il plico con raccomandata a.r. che deve contenere:

- una procura sottoscritta in originale e completa dei dati richiesti; la trovate alla fine della pagina in allegato

- una scheda di adesione completa in tutte le sue parti;la trovate alla fine della pagina in allegato

- una fotocopia del documento di identità;

- una copia del foglio contenente username e password consegnate il giorno della prova per l’accesso al sito www.accessoprogrammato.miur.it;

- una copia del bonifico effettuato sulle coordinate bancarie in allegato.

Si prega di scrivere in stampatello e in calligrafia leggibile.


LA PROCURA VA AUTENTICATA?

No. E' richiesta la sola firma della procura nello spazio riservato alla sottoscrizione. Si prega, inoltre, di inviare fotocopia del documento di identità ove sia leggibile la firma del ricorrente.


COME FARE IL BONIFICO?

Le coordinate bancarie che vi sono state fornite sono valide sia per i bonifici cartacei che telematici. Il versamento può anche essere fatto in una banca qualsiasi. Dovrete inviarci una prova qualsiasi dell'ordine di versamento.

COME CONTROLLO L'AVVENUTA CONSEGNA DELLA RACCOMANDATA CONTENENTE I DOCUMENTI?

A causa della notevole quantità di plichi in arrivo in questi giorni Vi preghiamo gentilmente di non contattarci per sapere se il plico ci è stato recapitato e se siete stati inseriti nel ricorso. Potete verificare se la documentazione ci è pervenuta attraverso il sito di poste italiane. Infatti è possibile controllare lo stato della spedizione attraverso il servizio "dovequando" sul sito delle poste italiane, semplicemente inserendo gli estremi di riferimento della raccomandata. Se la dicitura è “CONSEGNATO” vuol dire che è tutto arrivato e sarete inclusi nel ricorso, in quanto all’arrivo di un plico, la consegna va da noi firmata. Se la dicitura è un’altra ricontrollate tra qualche giorno. La ricevuta di ritorno poi, certifica, l'avvenuta consegna della raccomandata all'indirizzo indicato nella spedizione. In ogni caso, quando tutte le raccomandate saranno giunte, stileremo gli elenchi, pertanto sarà a quel punto possibile verificare la vostra adesione.


ENTRO QUANDO SI SAPRA' QUALCOSA? 

Purtroppo le tempistiche non sono facili da definire. Vi chiediamo di pazientare e di controllare frequentemente il nostro sito internet e quello dell'UDU, ove verranno pubblicate tutte le novità, non appena ve ne saranno. 

Invitiamo tutti a procedere con l’adesione il prima possibile in quanto si valuterà l’opportunità di chiedere un provvedimento in via di urgenza.

Per qualsiasi altro dubbio o domanda potete contattarci all’indirizzo di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." data-mce-href="mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." style="font-size: 12px;">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Visite oggi 18

Visite Globali 2913022