Numero chiuso

Il Tar per la Sardegna censura l’Ateneo di Cagliari sospendendo l’efficacia del diniego al trasferimento opposto ad uno studente a cui è consentito ora di iscriversi, con riserva, al 2° anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia, corso di Laurea in odontoiatria e protesi dentaria, dell'Università degli Studi di Cagliari. Un altro ragazzo italiano torna a casa dalla Romania. Vedi il provvedimento.
“Con un decreto cautelare il Tar del Lazio, nella persona del Presidente Franco Bianchi, ha ammesso tutti i nostri ricorrenti” – Spiegano gli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti –. Alla camera di consiglio del 9 gennaio 2013 il T.A.R. ha confermato l'immatricolazione di tutti i nostri studenti”. “Il Ministro Profumo, ospite al Revolution Camp dell’Udu, aveva promesso l’abbattimento della soglia d’ingresso. Così non è stato e da allora sono partiti i nostri ricorsi collettivi su territori come quello dell’Aquila, ove da un lato il Governo dà la possibilità di immatricolarsi senza pagare le tasse, dall’altro blocca i corsi universitari…
Un altro muro è stato abbattuto. Un'altra battaglia per il diritto allo studio ed alla formazione professionale è stata vinta. I nostri laureati in Medicina e Odontoiatria non dovranno più rifare il test per passare all'altro corso di laurea. In moltissimi, dopo aver ottenuto una laurea in Medicina, pensano di fare gli odontoiatri. Tanti odontoiatri vorrebbero scegliere medicina. Il T.A.R. Lazio ha accolto le nostre tesi ed ammesso i nostri ricorrenti ad anno successivo al primo senza alcuna necessità di rifare il test. Vedi il provvedimento del Tar Lazio.
Lunedì, 14 Gennaio 2013 16:17

Tutti dentro a Scienze della Formazione!

Scritto da
Pubblicato in Numero chiuso
E’ l’ennesima vittoria dell’Udu per Scienze della formazione: ancora una volta un ricorso collettivo di circa 30 persone viene accolto e 30 aspiranti studenti di Scienze della formazione possono proseguire gli studi. Pertanto, ancora una volta, la soglia d’ingresso di 55 punti istituita dal MIUR per entrare all’università è illegittima. Vi invitiamo a vedere il provvedimento vittorioso.
E’ il caso di Medicina e Odontoiatria per l’università di Bari, Foggia e Campobasso; Il Tar ha sospeso tutte le dette graduatorie aggregate. Il tutto nasce da un’inchiesta di una ricorrente, parte offesa in un procedimento penale patrocinato dall’Avvocato Michele Bonetti. A Campobasso ogni candidato aveva un tesserino di identificazione con nome e cognome e sul tavolo la commissione invitava a mettere la carta d’identità accanto al compito con il codice d’identificazione bene in vista. Tutto ciò ha violato la regola dell’anonimato, rendendo identificabili i compiti dei candidati prima della loro correzione. Ad aggravare il tutto vi è stata anche…
Venerdì, 11 Gennaio 2013 18:42

Ancora vittorie al Tar per gli extracomunitari

Scritto da
Pubblicato in Numero chiuso
ll Tar del Lazio, III° Sezione, presieduta da Franco Bianchi, ha accolto altre domande cautelari, sospendendo l’esecuzione dei provvedimenti impugnati che disponevano l’esclusione dei ricorrenti dalla procedura selettiva, quindi dalla conseguente graduatoria. Nell’ottica di un’internazionalizzazione studentesca, continuano ad essere conseguiti importanti traguardi. Come se non bastasse siamo riusciti ad ottenere importantissime vittorie anche per i nostri ricorrenti italiani che chiedevano l'attribuzione dei posti extracomunitari rimasti liberi e che questi ultimi non chiedevano. Secondo noi ed oggi secondo il T.A.R. Lazio tali posti non vanno mai lasciati vacanti. VINCE IL DIRITTO ALLO STUDIO. Vedi il provvedimento vittorioso.
Venerdì, 11 Gennaio 2013 17:09

La fine del numero chiuso all'Università

Scritto da
Pubblicato in Numero chiuso
Il Tar del Lazio, presieduto dal Dott. Franco Bianchi, nell’attesa del giudizio sulla costituzionalità del numero chiuso da parte della Corte Costituzionale, ha ammesso all’università con riserva decine di studenti, tutti ricorrenti patrocinati dallo Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners, esclusi per non aver raggiunto il punteggio minimo previsto dal concorso di ammissione. “E’ la fine del numero chiuso italiano” commenta il coordinatore Udu, Michele Orezzi. Per il Tar del Lazio sussistono i presupposti per l'ammissione con riserva – si legge in una delle ordinanze pubblicate – per «l'illogicità della previsione di un punteggio minimo applicabile che non consente…

Visite oggi 242

Visite Globali 3110634