Numero chiuso

Il T.A.R. Lazio ha accolto il primo dei nostri ricorsi su Medicina Inglese. Cadono le Università di Milano statale, Bari e Tor Vergata. Per la prima volta nella storia del concorso per l'accesso a Medicina Inglese, il T.A.R. Lazio ha accolto un ricorso basato e fondato su vizi genetici e generali della procedura grazie ai quali tutti i nostri ragazzi hanno ottenuto l'ammissione. Vai all’articolo per sapere come aderire.
Continuano gli accoglimenti dei nostri ricorsi avverso l’ormai noto D.M. 170/2014 con il quale il M.I.U.R. per l’a.a. 2013/2014, aveva precluso l’immatricolazione in Medicina e Chirurgia a tutti coloro che non avessero confermato il loro interesse mediante l’accesso informatico all’area riservata del sito www.accessoprogrammato.miur.it entro il 03 Marzo u.s. Ebbene, anche in questa occasione, a seguito della proposizione di ricorso giudiziale patrocinato dallo Studio Legale Michele Bonetti Avvocato & Partners, è stato ammesso con riserva e in sovrannumero un altro nostro giovane studente, ingiustamente escluso dalla possibilità di immatricolarsi in Medicina per non aver dato seguito alle prescrizioni ministeriali, nonostante…
In data 26 agosto u.s., con ordinanza depositata il giorno seguente, il Consiglio di Stato ha ribadito il proprio orientamento sul vizio dell’anonimato. Dopo gli importanti accoglimenti sui ricorsi UDU (Leggi la notizia al seguente link http://www.avvocatomichelebonetti.it/index.php/primo-piano/item/865-anonimato-a-medicina-ecco-cosa-c%C3%A8-dietro-alle-2000-ammissioni), il Consiglio di Stato ammette con riserva i nostri ricorrenti dinanzi ad una sentenza del TAR Abruzzo che non aveva rilevato la violazione dell’anonimato nel concorso per accedere alla facoltà di Medicina. Per l’avvocato Michele Bonetti, che parla anche a nome degli altri patrocinatori del ricorso avvocati Santi Delia e Umberto Cantelli, trattasi di “un segnale importantissimo del Consiglio di Stato che ribadisce…
Giovedì, 31 Luglio 2014 16:36

RICORSI STRAORDINARI CONTRO L'IMAT

Pubblicato in Numero chiuso
RICORSI STRAORDINARI: LA BATTAGLIA NON SI ARRESTA, PRONTE LE ISTANZE D'URGENZA A seguito delle vittorie ottenute al TAR Lazio che hanno permesso a quasi 2000 ricorrenti di immatricolarsi a Medicina e Odontoiatria ( leggi qui la notizia), in molti ci hanno contattato per sapere se si potesse ancora aderire ai ricorsi. A causa della decorrenza dei termini processuali per la proposizione di ricorsi al TAR, lo Studio Legale Michele Bonetti Avvocato & Partners ha organizzato un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro il test in lingua inglese, per richiedere che i ricorrenti vengano ammessi in sovrannumero e anche in via cautelare.…
In tanti, in questi giorni, si manifestano stupiti circa i numerosi accoglimenti del T.A.R. Lazio già in fase cautelare. La notizia è apparsa sulle prime pagine di tutti i maggiori quotidiani nazionali (Vedi l’articolo pubblicato sul Corriere della Sera e Repubblica) ha parlato di "uno schiaffo alle facoltà di Medicina di mezza Italia e al numero chiuso". Si è scritto, in particolare, che, per quanto ben motivate, si tratta di "mere" ordinanze cautelari che potrebbero essere ribaltate in sede di merito. Ciò che non è noto ai più, tuttavia, è che nello stesso giorno (18 luglio 2014) e già qualche…
In riforma di una recente ordinanza del T.A.R. Lazio, il Consiglio di Stato ha ammesso con riserva un nostro giovane studente rimasto ingiustamente escluso dalla possibilità di immatricolarsi in Medicina per non aver dato seguito alle prescrizioni ministeriali, anche se giunto in posizione “utile” a seguito degli scorrimenti. Il giovane è infatti uno studente che, pur collocatosi in posizione utile e tra i posti disponibili nella graduatoria nazionale per Medicina ed Odontoiatria nell’a.a. 2013/2014, è stato ingiustamente escluso per non aver confermato via e-mail il proprio interesse all’immatricolazione, come arbitrariamente disposto dal sopravvenuto D.M. n. 170/2014 del 21 Febbraio 2014…
Lunedì, 14 Luglio 2014 20:39

Tripletta al Consiglio di Stato

Scritto da
Pubblicato in Numero chiuso
Il Consiglio di Stato con tre ordinanze consecutive ammette con riserva i nostri ricorrenti dei corsi di laurea di professioni sanitarie e fisioterapia. Il Consiglio di Stato, richiamando i principi che hanno portato i nostri ricorrenti alla Corte Costituzionale, ritiene di affermare l’illegittimità delle graduatorie locali. Ancora una volta vengono accolti i nostri ricorsi e i nostri appelli: la nostra battaglia non si arresta. Si vedano in allegato le ordinanze che ammettono ai corsi di laurea di professioni sanitarie e fisioterapia i nostri ricorrenti.

Visite oggi 438

Visite Globali 3194179