Claudia Palladino

Claudia Palladino

Il Consiglio di Stato con ordinanza del 31.08.2015 della Sesta sezione a firma del Presidente del Consiglio di Stato Stefano Baccarini e con relatrice Maddalena Filippi ha accolto l'ottemperanza di 3.000 diplomati magistrali aderenti alle associazioni A.D.I.D.A e LA VOCE DEI GIUSTI patrocinati e difesi dagli Avv.ti Michele Bonetti, Santi Delia e Umberto Cantelli. Moltissimi otterranno il ruolo grazie al decennale punteggio maturato come precari storici della scuola.

"Il Consiglio di Stato ritiene che i nostri ricorrenti possano partecipare al piano 0 della buona scuola e possano così ottenere i normali incarichi a tempo determinato e indeterminato che derivano dalle graduatorie ad esaurimento". - A parlare sono gli Avv.ti Bonetti e Delia patrocinatori dell'A.D.I.D.A. e della VOCE DEI GIUSTI che proseguono – "È un traguardo storico per i ricorrenti, quasi tutti precari storici della scuola, che così potranno continuare ad insegnare e in molti casi saranno stabilizzati. Proseguiremo nella fase di merito e se necessario chiederemo la rimessione degli atti alla Corte Costituzionale; la pronuncia del Consiglio di Stato consente di partecipare al piano 0, ma risulta contraddittoria nella parte in cui non consente la domanda al piano A, B, C, D. Se si è nelle Gae si deve aver diritto a partecipare a tutti i piani assuzionali".

"Continueremo innanzi al TAR e al Consiglio di Stato per ottenere tutti i nostri diritti e se lo Stato non ci darà tutela piena e immediata riceverà un risarcimento del danno milionario. Quando questo processo terminerà tutti i docenti oggi non assunti con il piano ZERO, potranno ottenere integralmente gli stipendi non pagati a causa di tale scelta del Legislatore." Recitano in coro le responsabili delle due associazioni VOCE DEI GIUSTI e A.D.I.D.A. Valeria Bruccola e Francesca Bertolini.

Il Consiglio di Stato ha accolto tutti gli appelli sulle specializzazioni mediche riviando al T.A.R. ogni decisione sull'ammissione, anche temporanea, di tutti i ricorrenti.

Anche in ragione della sessione feriale della camera di consiglio, il Consiglio di Stato ha nuovamente rimbalzato al T.A.R. ogni decisione sul primo discusso concorso nazionale.

La posizione definitiva del Consiglio di Stato dovrebbe essere resa nota a breve quando verranno pubblicate le sentenze definitive sui due giudizi pilota assunti in decisione alla stessa udienza del 27 agosto.

Non resta, pertanto, che attendere la pubblicazione di queste sentenze prima di poter fare previsioni sull'esito di questo complesso contenzioso.

Con sentenza n. 10341 del 2015 il Tar Lazio, sezione III bis, si è pronunciato favorevolmente anche sui corsi di laurea di medicina inglese per gli atenei di Milano, Tor Vergata e Bari.

Trattasi della prima sentenza di merito di medicina inglese ove si sono verificate ulteriori irregolarità. 

Sono di questi giorni ulteriori sentenze del TAR del Lazio che sciolgono dopo quasi un anno la riserva, ammettendo a pieno titolo altri nostri ricorrenti per gli atenei della Sapienza, Pisa, Tor Vergata e Messina. Altre centinaia di persone potranno proseguire a studiare, stavolta senza il “rischio” della “riserva”.

Il Tribunale di Como ha accolto il ricorso degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti proposto nell'interesse di alcuni docenti in possesso di diploma magistrale conseguito prima dell'a.s. 2001/2002 e ordinato "al Ministero dell’Istruzione, di consentire la presentazione della domanda per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento", ritenendo particolarmente urgente la questione in ragione della presentazione delle successive domande di assunzione fissato "per il 14 agosto".

Si tratta”, commentano gli Avvocati Bonetti e Delia, "di un provvedimento assai importante perchè, in maniera icastica cristallizza il cuore della questione dei diplomati magistrali". Secondo il Tribunale, infatti, "l'illegittimità delle scelte del Ministero deriva dalla disparità di trattamento venutasi a determinare a seguito dell'esclusione dalle graduatorie di docenti in possesso di titolo abilitativo ottenuto precedentemente alla trasformazione delle gradautorie stesse da permanenti ad esaurimento". "Il divieto legislativo di effettuare nuove iscrizioni nelle graduatorie non può essere esteso a quei docenti in possesso dei requisiti per l'iscrizione già prima della trasforrmazione sopra indicata". 

Gli Avvocati Delia e Bonetti ricordano che è possibile ricorrere individualmente entro il 30 agosto 2015 cliccando sulla pagina dedicata al ricorso.

Gentili studenti che ci avete dato mandato per ricorrere con il ricorso straordinario,

al fine di provvedere al deposito innanzi al Consiglio di Stato della documentazione riguardante il "consolidamento" della Vostra posizione amministrativa, Vi invitiamo, una volta verificato il ricorso in cui siete inseriti, a compilare il rispettivo form on line reperibile al link indicato.

La compilazione del form deve avvenire entro il 4 settembre 2015 (salvo proroghe). Entro la medesima data dovrete inoltrare a mezzo e-mail, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., e a mezzo raccomandata a.r. (scrivendo sulla busta "consolidamento ricorso straordinario"), presso il nostro studio legale in Via San Tommaso d'Aquino, 47 in Roma, l'autocertificazione attestante il consolidamento della posizione e allegata alla presente.

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Tutti i ricorrenti inseriti in questo ricorso devono compilare il seguente form

 

Riceverete in seguito ulteriori nostre info.

I miei migliori saluti e a presto.                                                                    Michele Bonetti Avvocato

 

Venerdì, 07 Agosto 2015 08:51

Oggi su Elleradio: io dico la mia

Oggi di nuovo in radio alle ore 15:00 su Elleradio con tanti ospiti importanti del mondo politico e giornalistico. Io dico la mia sui vecchi ricorsi SSM, sulla pubblicazione delle graduatorie e sul nuovo concorso, un passaggio sul numero chiuso, sulla vicenda degli insegnanti e tanto altro.

Vi aspetto

Giovedì, 06 Agosto 2015 10:18

SSM: 50 RICORRENTI AMMESSI

In data 31 luglio il TAR del Lazio ha ammesso 50 ricorrenti in sovrannumero a seguito della loro illegittima decadenza dalle graduatorie.

I dottori ora, pur se con riserva, potranno specializzarsi nella scuola ambita e con la borsa.

In allegato il provvedimento vittorioso.

I ricorrenti, già contattati, sono invitati alla riunione di oggi alle ore 12:00 o in alternativa, qualora non potessero, alla riunione di giovedì 13 agosto alle ore 17:00, in cui forniremo tutte le informazioni del caso.

Lunedì, 03 Agosto 2015 09:58

Bari: il TAR del Lazio scioglie la riserva

Il TAR del Lazio ha sciolto definitivamente la riserva per i ricorrenti del Maxi ricorso UDU proposto avverso l’Ateneo di Bari.

“E’ un’importante conferma”, commenta l’Avv. Michele Bonetti che, insieme all’Avv. Santi Delia, ha patrocinato il ricorso, “l’Ateneo, al centro delle cronache per la controversa vicenda del plico scomparso, ora dovrà regolarizzare la situazione di centinaia di studenti illegittimamente penalizzati”.

Gli studenti, che sin da subito si erano immatricolati in forza del provvedimento cautelare del TAR, ora potranno proseguire tranquillamente il loro percorso di studi iscrivendosi regolarmente al secondo anno del corso di laurea.

Sul punto segnaliamo un interessante articolo del quotidiano CorriereUniv.it.

Il Tar del Lazio ha confermato, in data odierna, quanto già stabilito con decreto in data 17 luglio 2015, in riferimento all’ammissione dei ricorrenti che erano stati illegittimamente esclusi, a causa di un malfunzionamento del sistema informatico predisposto all’accettazione delle domande degli aspiranti, dalle prove selettive per l’accesso alle scuole di specializzazione in medicina per l’a.a. 2014/2015.
Rilevata, infatti, l’imminenza delle prove di ammissione alle Scuole di Specializzazione, conclusesi in data odierna, il Collegio del Tar ha affermato sussistere “il pregiudizio alla posizione di parte ricorrente che sarebbe stata esclusa dalla procedura per un disguido del sistema informatico”, disponendo, pertanto, l’ammissione di parte ricorrente alle prove di accesso alle Scuole di Specializzazione per l’a.a. 2014/2015.
Si conclude, così, positivamente la vicenda di questi giovani medici, ingiustamente esclusi dalla partecipazione al concorso per l’accesso alle tante agognate scuole di specializzazione per motivi di carattere squisitamente formale.
I ricorrenti, difatti, hanno potuto regolarmente cimentarsi con le prove selettive, concorrendo con i colleghi per ottenere l’accesso alle scuole ambite.

Visite oggi 408

Visite Globali 2967112