Visualizza articoli per tag: vittoria http://w.avvocatomichelebonetti.it Sat, 15 Aug 2020 08:41:09 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it DIPLOMATI MAGISTRALE, ACCOLTO L’APPELLO. SI DECIDE IL 10 SETTEMBRE. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2191-diplomati-magistrale-accolto-l-appello-si-decide-il-10-settembre http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2191-diplomati-magistrale-accolto-l-appello-si-decide-il-10-settembre DIPLOMATI MAGISTRALE, ACCOLTO L’APPELLO. SI DECIDE IL 10 SETTEMBRE.

Con Decreto Monocratico del 13 agosto u.s. il Consiglio di Stato ha accolto l’appello dei diplomati magistrale (gruppo Alesci) patrocinato dallo studio legale “Bonetti & Delia”, sospendendo provvisoriamente la sentenza del T.A.R. del Lazio con tutti gli effetti conseguenti in ordine al mantenimento dei rapporti di lavoro dei nostri ricorrenti, nelle more depennati dalle GAE e “licenziati”.

Trattasi di un accoglimento provvisorio sino alla data del 10 settembre 2020 in cui il Consiglio di Stato in sede collegiale, si pronuncerà confermando, modificando o revocando il decreto di accoglimento.

Il provvedimento in commento ha accolto le tesi dello studio legale anche in punto di periculum in mora,  così come intervenuto nei due ricorsi individuali recentemente da noi patrocinati  e in cui si ottennero due accoglimenti  in sede collegiale e con collegi giudicanti composti diversamente (http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/2182-un-ulteriore-accoglimento-sui-depennamenti-dalle-gae -  http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/2154-primo-accoglimento-al-consiglio-di-stato-su-un-depennamento-da-gae).

Secondo il Consiglio di Stato, in punto di periculum in mora: “(…) nel bilanciamento degli opposti interessi, occorre dare continuità alla esperienza di vita e di lavoro degli appellanti, anche in considerazione della necessità di mantenere l’assetto cautelare pregresso, in attesa della delibazione del merito”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Fri, 14 Aug 2020 08:56:15 +0000
BONETTI & DELIA VINCONO AL CONSIGLIO DI STATO SULL’ACCESSO AI CORSI DI FORMAZIONE DI MEDICINA GENERALE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2159-bonetti-delia-vincono-al-consiglio-di-stato-sull-accesso-ai-corsi-di-formazione-di-medicina-generale http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2159-bonetti-delia-vincono-al-consiglio-di-stato-sull-accesso-ai-corsi-di-formazione-di-medicina-generale BONETTI & DELIA VINCONO AL CONSIGLIO DI STATO SULL’ACCESSO AI CORSI DI FORMAZIONE DI MEDICINA GENERALE
Il Consiglio di Stato, accogliendo le tesi degli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, ha condannato la Regione Sicilia e Ministero della Salute per la gestione del concorso di accesso al corso di formazione specifica in Medicina generale ed ordinato l’ammissione dei nostri ricorrenti. Il concorso di riferimento era quello che consentiva l’accesso al triennio 2019-2022.

Si tratta, in particolare, del corso di formazione, a numero chiuso, che sulla base delle Direttive Europee consente di ottenere il titolo utile per diventare medico di medicina generale e svolgere attività convenzionata come, ad esempio, quella a tutti nota come “medico di famiglia” nonchè dei servizi di 118.

Il concorso, a cui avevano preso parte oltre 10.000 medici, consentiva l’attribuzione di circa 1.000 posti finanziati con oltre 40 milioni di euro di fondi del Fondo Sanitario Regionale conferiti a tal fine alle Regioni.

La prova, uguale a livello nazionale, secondo gli avvocati Bonetti e Delia, viziata per la somministrazione di alcune domande errate ragion per cui le graduatorie regionali avrebbero dovuto essere rifatte con nuova e rivista collocazione degli aspiranti. Il Consiglio di Stato, stante il fatto che il primo candidato sottoposto al suo vaglio, avrebbe ottenuto l’ammissione anche solo grazie al riconoscimento di una sola tra le tante domande contestate, ha limitato la sua analisi a tale aspetto censurando l’erronea scelta della Commissione per aver individuato quesiti per la cui risoluzione erano frattanto sopravvenute linee guida europee più aggiornate rispetto al passato. 

Da legale che da un decennio segue queste procedure concorsuale a quiz”, conclude l’Avvocato Bonetti, “mi sento di lanciare un monito alle Amministrazioni a cambiare le modalità di somministrazione di questi quesiti pescati, spesso da Società private selezionate dalle stesse Amministrazioni, da loro banche dati (in qualche caso) ormai datate. Non ritengo concepibile, difatti, che il futuro di studio o lavorativo di un cittadino debba essere deciso da un quiz erroneamente formulato senza che nessuno si curi di capire neanche perchè. 

La ragione, invero, è sin troppo semplice e, chi scrive, l’ha denunciata ormai 11 anni fa. All’esito del test di ammissione nazionale a Medicina, la lotteria dei quiz impazzì sfornando una batteria con 8 errori poi conclamati da T.A.R. e Consiglio di Stato. Perchè? Semplicissimo. Chi ha fatto quei quiz è lo stesso soggetto che li validati. Li aveva, in altre parole, formulati e poi ha, esso stesso, confermato che fossero corretti e validi ai fini di quella selezione.

Una contraddizione, in termini.

In quella tipologia di test, da allora, si avviò una procedura di validazione successiva alla formulazione che, certamente, fece diminuire il numero degli errori senza tuttavia eliminarla del tutto”.

Nel caso del concorso per l’accesso a Medicina generale, inoltre, nonostante da anni questa difesa chiede di intervenire, da 5 anni, vi è ogni anno uno o più errori che la stessa Commissione o il Giudice Amministrativo ha poi accertato. Il risultato, non c’è ne voglia la Commissione, è disastroso.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Mon, 22 Jun 2020 10:46:30 +0000
ASSEGNAZIONE SEDI AI VINCITORI DEL CONCORSO MIBACT – VITTORIA IN TRIBUNALE DI BONETTI & DELIA http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2157-assegnazione-sedi-ai-vincitori-del-concorso-mibact-vittoria-in-tribunale-di-bonetti-delia http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2157-assegnazione-sedi-ai-vincitori-del-concorso-mibact-vittoria-in-tribunale-di-bonetti-delia ASSEGNAZIONE SEDI AI VINCITORI DEL CONCORSO MIBACT – VITTORIA IN TRIBUNALE DI BONETTI & DELIA

Con il provvedimento n. 5199 del 31 maggio 2020, il Tribunale di Reggio Calabria ha accolto il ricorso patrocinato dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia founders di Bonetti & Delia avverso l’illegittimo scorrimento della graduatoria del concorso MIBACT per 30 funzionari della comunicazione.

Il tema oggetto del contenzioso è comune a moltissimi concorsi pubblici ove avviene spessissimo che dopo la pubblicazione della graduatoria si consenta lo scorrimento anche a favore di candidati idonei di scegliere su sedi frattanto rese disponibili e non sottoposte al vaglio dei primi e meglio graduati candidati. In particolare, nelle more dell’assegnazione della sedi ai vincitori, il Ministero per i Beni Culturali e del Turismo veniva autorizzato ad assumere ulteriori 100 unità e, per tali ragioni, venivano individuate ulteriori sede per lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Il MiBaCT, nonostante le ulteriori sedi individuate, anche e soprattutto nel territorio laziale e nonostante le rinunce sopravvenute, offriva soltanto ai vincitori collocati in posizione deteriore rispetto ai precedenti vincitori, e subentrati in graduatoria solo in un secondo momento, la possibilità di scegliere una delle sedi disponibili sopravvenute, pregiudicando quindi i diritti dei vincitori.

Il Giudice del Lavoro non ha avuto dubbi affermando che “quanto alle sedi di assegnazione “disponibili” tali devono ritenersi anche quelle successivamente individuate dall’Amministrazione per l’ulteriore scorrimento della graduatoria di merito – aggiungendo che – l’Amministrazione avrebbe dovuto preventivamente sottoporre alla scelta dei candidati utilmente collocati in graduatoria anche le sedi successivamente resesi disponibili per le assunzioni con ulteriore scorrimento di graduatoria”. In definitiva, il Tribunale di Reggio Calabria ha stabilito “che l’Amministrazione, prima di procedere all’assegnazione di sedi per ulteriore scorrimento di graduatoria, avrebbe dovuto rendere noto l’aggiornamento e la modifica dell’elenco delle sedi originariamente previste e consentire ai candidati di “nuovamente” esprimere progressivamente le preferenze nell’assegnazione secondo la propria posizione nella graduatoria di merito e, solo all’esito, avrebbe potuto procedere a sottoporre le residue sedi disponibili per lo scorrimento di graduatoria.  Poiché tra le sedi successivamente individuate ve ne sono ben dieci che ricadono nell’ambito territoriale per il quale la ricorrente ha sempre espresso la sua preferenza, sussiste l’interesse ad agire anche in via cautelare”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Thu, 18 Jun 2020 08:56:03 +0000
IL CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE LA NOSTRA TESI SULLA STABILIZZAZIONE DEI RICERCATORI DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2155-il-consiglio-di-stato-accoglie-la-nostra-tesi-sulla-stabilizzazione-dei-ricercatori-dell-istituto-nazionale-di-fisica-nucleare http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2155-il-consiglio-di-stato-accoglie-la-nostra-tesi-sulla-stabilizzazione-dei-ricercatori-dell-istituto-nazionale-di-fisica-nucleare IL CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE LA NOSTRA TESI SULLA STABILIZZAZIONE DEI RICERCATORI DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

Il Consiglio di Stato, con sentenza 9 giugno 2020, ha accolto l’appello degli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti (founders di Bonetti & Delia Studio Legale) e annullato le procedure di stabilizzazione dei ricercatori precari storici dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, imponendo l’inserimento nella graduatoria dei cosiddetti “non prioritari” anche dei ricercatori non in servizio alla data del 22 giugno 2017 (entrata in vigore del c.d. “Decreto Madia”).

Secondo l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a tale procedura di stabilizzazione potevano accedere esclusivamente  i ricercatori in servizio alla data del 22 giugno 2017 a prescindere dalla loro anzianità di contratti precari nel tempo sottoscritti.

Gli avvocati, invece, hanno sostenuto che tale requisito non poteva ritenersi utile ai fini della partecipazione ma, esclusivamente, al fine di gradare i concorrenti comunque ammessi alla procedura. Per i soggetti in servizio alla data temporale indicata dalla norma, dunque, era riservata una semplice priorità di assunzione e giammai un’esclusiva riserva di posti.

Secondo il Consiglio di Stato “sulla scorta del dato normativo e della conseguente disciplina attuativa, emerge come siano ammessi alla partecipazione alla procedura di stabilizzazione di cui all’art. 20, comma 1 cit., i lavoratori che sono in servizio successivamente alla data del 28 agosto 2015; dovranno avere una priorità ma non anche una esclusività il personale in servizio alla data del 22 giugno 2017. Alla luce del ricostruito quadro normativo i provvedimenti impugnati, comportanti l’esclusione dalla partecipazione “in quanto non risulta che Lei sia stata in servizio alla data del 22 giugno 2017” (cfr. provvedimento di esclusione), appaiono prima facie contrastanti con le condizioni di partecipazione, avendo richiamato il diverso criterio di priorità nell’assunzione. La chiarezza del testo normativo e dei conseguenti atti interpretative ed applicativi rende persino superfluo il richiamo al principio residuale del favor partecipationis, a mente del quale, si impone che le cause di impedimento all’accesso alle procedure selettive vengano limitate a quelle espressamente stabilite dalla legge, escludendo la possibilità di introdurre – nel silenzio della norma primaria – nuove e più rigide preclusioni (cfr. ad es. Consiglio di Stato , sez. VI , 18/05/2009 , n. 3037)”.

La sentenza, inoltre, fissa importanti principi sulla non necessità di impugnazione del bando in ipotesi di clasuole non escludenti anche in ipotesi in cui, come nella specie, di dubbia interpretazione rispetto al loro tenore.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Tue, 16 Jun 2020 13:41:25 +0000
ACCOLTE ANCHE IN CONSIGLIO DI STATO LE NOSTRE ISTANZE SUL RICONOSCIMENTO DEL TITOLO ESTERO. PARTE LA CAMPAGNA SUL CONCORSO STRAORDINARIO PER COLORO CHE NON HANNO ANCORA OTTENUTO IL RICONOSCIMENTO. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2153-accolte-anche-in-consiglio-di-stato-le-nostre-istanze-sul-riconoscimento-del-titolo-estero-parte-la-campagna-sul-concorso-straordinario-per-coloro-che-non-hanno-ancora-ottenuto-il-riconoscimento http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2153-accolte-anche-in-consiglio-di-stato-le-nostre-istanze-sul-riconoscimento-del-titolo-estero-parte-la-campagna-sul-concorso-straordinario-per-coloro-che-non-hanno-ancora-ottenuto-il-riconoscimento ACCOLTE ANCHE IN CONSIGLIO DI STATO LE NOSTRE ISTANZE SUL RICONOSCIMENTO DEL TITOLO ESTERO. PARTE LA CAMPAGNA SUL CONCORSO STRAORDINARIO PER COLORO CHE NON HANNO ANCORA OTTENUTO IL RICONOSCIMENTO.

Anche il Consiglio di Stato riconosce la validità del percorso svolto in Romania ai fini del riconoscimento del titolo abilitante all’insegnamento. Dopo l'accoglimento del Tar con sentenza sulle istanze cautelari proposte anche il Consiglio di Stato conferma le tesi proposte nella campagna legale dell'Avvocato Michele Bonetti, founder dello studio Legale Bonetti Delia.

Con la pronuncia cautelare emessa a seguito dell’udienza dell’11 giugno 2020, il massimo organo della Giustizia Amministrativa ha confermato il proprio precedente orientamento, nonché le tesi sul titolo estero dell'Avv. Michele Bonetti, sulla vicenda riguardante il riconoscimento del titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito all’estero, nello specifico in Romania.

Il G.A. in particolare statuisce come non vi siano elementi, addotti nelle difese della Amministrazione, idonei a mutare il proprio indirizzo sulla questione, affermando la illegittimità del diniego al riconoscimento “a fronte della sussistenza sia del titolo di studio richiesto, la laurea conseguita in Romania (ex sé rilevante, senza necessità di mutuo riconoscimento reciproco), sia della qualificazione abilitante all’insegnamento, conseguita presso un paese europeo”.

Altresì il provvedimento in questione, sospendendo il diniego al riconoscimento, ha ammesso espressamente la prevalenza, tra gli interessi coinvolti, della garanzia della partecipazione dei docenti coinvolti alle imminenti procedure concorsuali bandite dal Ministero, tra cui il concorso straordinario per cui lo studio legale sta intraprendendo una nuova battaglia.

L’Avv. Michele Bonetti ha commentato che “finalmente i nostri ricorrenti, tutti docenti che si erano visti ingiustamente respingere l’istanza di riconoscimento del titolo estero, potranno prendere parte alla futura procedura concorsuale”.

Lo studio legale propone plurime azioni, rinvenibili al seguente link, ai fini della partecipazione alla procedura concorsuale dei soggetti esclusi.

Per coloro che abbiano presentato domanda di riconoscimento dell’abilitazione all’ insegnamento conseguita in Romania e che si siano visti opporre un provvedimento di rigetto dal Ministero impugnato tempestivamente e su cui non sia ancora intervenuto un provvedimento della Giustizia Amministrativa, possono aderire alla seguente tipologia di ricorso per rivendicare il diritto a partecipare alle prossime procedure concorsuali.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Fri, 12 Jun 2020 09:21:29 +0000
IL CONSIGLIO DI STATO RICONOSCE IL DIRITTO DELLO STUDENTE DISABILE AD AVERE IL NUMERO ADEGUATO DI ORE DI SOSTEGNO ANCHE CON LA DIDATTICA A DISTANZA. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2149-il-consiglio-di-stato-riconosce-il-diritto-dello-studente-disabile-ad-avere-il-numero-adeguato-di-ore-di-sostegno-anche-con-la-didattica-a-distanza http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2149-il-consiglio-di-stato-riconosce-il-diritto-dello-studente-disabile-ad-avere-il-numero-adeguato-di-ore-di-sostegno-anche-con-la-didattica-a-distanza IL CONSIGLIO DI STATO RICONOSCE IL DIRITTO DELLO STUDENTE DISABILE AD AVERE IL NUMERO ADEGUATO DI ORE DI SOSTEGNO ANCHE CON LA DIDATTICA A DISTANZA.

Con provvedimento collegiale pubblicato in data 8 giugno 2020 il Consiglio di Stato conferma il precedente decreto presidenziale n. 2346/2020 con cui si disponeva l’assegnazione al minore disabile di un numero di ore di sostegno non inferiore a 25 ore settimanali.
Con il provvedimento collegiale il Consiglio di Stato afferma chiaramente il diritto dello studente disabile ad ottenere le ore di sostegno anche in presenza della didattica a distanza e quindi anche tramite l’utilizzo del canale telematico “l’inclusione via web”. Si sancisce chiaramente che il diritto all’istruzione, come tutti i diritti costituzionalmente garantiti, non possono trovare limitazione neanche in una situazione eccezionale come quella dovuta all’attuale pandemia covid – 19 che non può essere fonte di discriminazione o di isolamento per gli studenti più deboli.
“Il diritto all’inclusione deve essere affermato con maggiore forza in momenti eccezionali come quelli che stiamo vivendo” afferma l’Avv. Michele Bonetti founder dello studio Legale Bonetti & Delia e che continua riportando che “è importante che l’attenzione su alcune situazioni particolarmente difficili non cali soprattutto in momenti emergenziali, onde evitare che si possano creare ulteriori ostacoli per l’accesso ai diritti da parte delle categorie più deboli della società”.
“Al minore disabile è stato così ulteriormente riconosciuto il proprio diritto non solo allo studio, ma all’inclusione nel sistema scolastico così come per qualsiasi altro studente” conclude l’Avv. Michele Bonetti patrocinatore del ricorso accolto in appello unitamente al collega Alfonso Amoroso e Santi Delia.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Tue, 09 Jun 2020 12:59:04 +0000
Il TAR del Lazio si pronuncia nuovamente sulla soglia di punteggio per l’accesso alla facoltà di Medicina e Chirurgia. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2148-il-tar-del-lazio-si-pronuncia-nuovamente-sulla-soglia-di-punteggio-per-l-accesso-alla-facolta-di-medicina-e-chirurgia http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2148-il-tar-del-lazio-si-pronuncia-nuovamente-sulla-soglia-di-punteggio-per-l-accesso-alla-facolta-di-medicina-e-chirurgia Il TAR del Lazio si pronuncia nuovamente sulla soglia di punteggio per l’accesso alla facoltà di Medicina e Chirurgia.

Importante vittoria dell’Avv. Michele Bonetti, in tema di mancata ammissione ai corsi di laurea a numero chiuso, che ha consentito ai ricorrenti extracomunitari di immatricolarsi presso gli atenei resistenti.

Nello specifico, a seguito delle doglianze avanzate in sede giurisdizionale, il Giudice Amministrativo ha consentito la redistribuzione di posti rimasti vacanti in favore di studenti provenienti da paesi extra UE che avevano partecipato al test ma non avevano raggiunto la troppo elevata soglia dei 20 punti. I ricorrenti hanno ottenuto l’assegnazione dei posti rimasti vacanti e la conseguente anelata immatricolazione al corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

L’On.le TAR del Lazio, già in procedimenti analoghi patrocinati dallo studio legale Bonetti & Delia (tra gli altri si riportano le Sent. n.12649\2017, 12648\2017, 12657\2017), aveva ritenuto che il sistema di accesso al corso di laurea in Medicina e Chirurgia fosse troppo difficoltoso per gli studenti stranieri quanto alle modalità con cui veniva individuata la soglia minima di 20 punti (pari ad un quarto del massimo punteggio ottenibile), il numero delle domande, la loro conformazione e la circostanza per la quale un numero di candidati (stranieri) fosse inferiore ai posti disponibili per gli studenti non comunitari.

Peraltro, secondo l’On.le Giudicante, la presenza tra i vari quesiti di domande difficilmente comprensibili per studenti che hanno seguito il proprio percorso scolastico in una nazione diversa dall’Italia avrebbe dovuto indurre l’Amministrazione ad individuare una soglia di punteggio diversa, rispetto a quella degli studenti italiani, non orientata ad incrementare la selezione in sé, ma eventualmente, volta ad escludere solo i candidati con un bagaglio culturale non idoneo ad iniziare la fase di studio universitario.

Le plurime pronunzie favorevoli su tali ricorsi, hanno indotto il legislatore ad una modifica normativa volta a rimuovere la soglia dei 20 punti per l’accesso alle facoltà a numero chiuso dei cittadini extra UE.

In conclusione, il TAR del Lazio, sez. III°, in aderenza alla tesi difensiva proposta dallo studio legale, ha statuito che “Insussistente nel caso di specie, inoltre (non essendo stati coperti i posti, riservati a studenti extracomunitari), deve ritenersi per questi ultimi la ratio del cosiddetto “numero chiuso”, giustificativo di selezione concorsuale in presenza di un numero di aspiranti eccessivo, rispetto sia alle capacità formative degli Atenei, sia alla richiesta di personale medico nei Paesi di provenienza.”

L’Avvocato Michele Bonetti, che ha patrocinato il ricorso, ha commentato che “tale importante pronuncia rappresenta un ulteriore tassello affinchè il legislatore possa, anche alla luce del crescente bisogno di figure specializzate in ambito medico, rivedere l’intero sistema di accesso alle pubbliche università”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Fri, 05 Jun 2020 09:24:43 +0000
ABUSO DEI CONTRATTI A TERMINE: LA CORTE D’APPELLO DI SASSARI CONDANNA L’ATENEO SARDO http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/2101-abuso-dei-contratti-a-termine-la-corte-d-appello-di-sassari-condanna-l-ateneo-sardo http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/2101-abuso-dei-contratti-a-termine-la-corte-d-appello-di-sassari-condanna-l-ateneo-sardo ABUSO DEI CONTRATTI A TERMINE: LA CORTE D’APPELLO DI SASSARI CONDANNA L’ATENEO SARDO

Un altro importante tassello è stato aggiunto nella battaglia all’abuso dei contratti a termine nell’ambito della Pubblica Amministrazione. La decisione è giunta dalla Corte d’Appello di Sassari che, con tre sentenze gemelle, ha accolto il ricorso presentato dal nostro Studio condannando l’Università degli Studi di Sassari e rilevando l’illegittimità della reiterazione di contratti a tempo determinato da parte dell’Ateneo e la non conformità di tale comportamento rispetto alla normativa comunitaria ed in particolare con la direttiva 1999/70/CE. L’Ateneo sardo difatti per molti anni ha reiterato nei confronti dei propri dipendenti contratti annuali a tempo determinato senza giustificare l’apposizione del termine come, invece, previsto ex lege. Nel provvedimento si legge che “le ragioni dell'apposizione del termine devono essere oggettive e verificabili per evitare comportamenti fraudolenti del datore di lavoro”. Nello specifico si tratta di lavoratori con cui l’Ateneo rinnovava di anno in anno i contratti di lavoro a tempo determinato, assumendoli sempre per lo svolgimento delle medesime mansioni presso i medesimi uffici universitari. L’Avvocato Michele Bonetti ha commentato che “Trattasi di una pronuncia molto importante resa a tutela dei diritti dei lavoratori e che censura fortemente l’utilizzo indiscriminato ed arbitrario di forme contrattuali illegittime da parte della pubblica amministrazione”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Mon, 04 May 2020 11:21:29 +0000
Lo Studio Legale Bonetti & Partners tra i candidati nella selezione 2020 Public Law. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2095-lo-studio-legale-bonetti-partners-tra-i-candidati-nella-selezione-2020-public-law http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/accertamenti-catastali/2095-lo-studio-legale-bonetti-partners-tra-i-candidati-nella-selezione-2020-public-law Lo Studio Legale Bonetti & Partners tra i candidati nella selezione 2020 Public Law.

Siamo nella selezione 2020 Public Law. La ricerca di Milano Finanza e Class Cnbc seleziona due Professionisti del nostro studio, l’Avv. Michele Bonetti e Santi Delia nella Sezione professionisti, oltre a tutto il nostro studio tra “I migliori avvocati e i migliori studi Legali 2020 Corporate”.
“I migliori avvocati e i migliori studi Legali 2020 Corporate”.
Il criterio guida per l’attribuzione del premio è basata sull’analisi delle operazioni avanzate dai professionisti collegate a contratti con Pubbliche Amministrazioni ed enti locali, gare d’appalto della Pubblica Amministrazione, diritto ambientale e contenzioso amministrativo.
L’Avvocato Bonetti ha così commentato la propria candidatura: “Siamo onorati ed orgogliosi di concorrere alla Selezione di professionisti, unitamente a tantissimi stimati e apprezzati Avvocati del foro italiano e del mondo accademico.”

 

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Sat, 25 Apr 2020 09:59:17 +0000
CONSIGLIO DI STATO: Sì ALL’AMMISSIONE DEI MEDICI AI POSTI DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE. http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/specializzazioni-mediche/2079-consiglio-di-stato-si-all-ammissione-dei-medici-ai-posti-delle-scuole-di-specializzazione http://w.avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/specializzazioni-mediche/2079-consiglio-di-stato-si-all-ammissione-dei-medici-ai-posti-delle-scuole-di-specializzazione CONSIGLIO DI STATO: Sì ALL’AMMISSIONE DEI MEDICI AI POSTI DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE.

Il Consiglio di Stato prosegue ad accogliere i ricorsi dei medici specializzandi patrocinati dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia.

Il massimo organo della Giustizia Amministrativa, con plurimi provvedimenti favorevoli, si è espresso ai fini dell’ammissione dei medici ai posti delle scuole di specializzazione, da anni vacanti e mai riassegnati, riconoscendo dunque come non procrastinabile la necessità di procedere ad un aumento degli specializzandi. 

Nei provvedimenti resi difatti appare diretto il riferimento all’attuale emergenza sanitaria Covid-19, che vede impegnato tutto il personale medico e sanitario del Paese, ed alla conseguente esigenza di reclutare immediatamente ulteriori medici.

Come dichiarato dalla Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn nel proprio comunicato, i pronunciamenti del Consiglio di Stato che riassegnano i posti delle specializzazioni di anno in anno rimasti vacanti e non assegnati (circa 300 l’anno), rappresentano un importante traguardo, anche e soprattutto a motivo della contingente situazione che sta interessando l’Italia, e si auspica che le forze politiche si muovano nella direzione che possa condurre ad un aumento delle borse di specializzazione medica.

Commenta l’Avv. Bonetti “Siamo lieti di aver ottenuto un altro provvedimento che in realtà attendevamo già prima del diffondersi dell’emergenza Covid-19. Non si può nascondere che il collasso che sta toccando il nostro SSN in questo tragico contesto di emergenza sanitaria rappresenti la conseguenza anche dell’aver trascurato per anni settori fondamentali quali la sanità pubblica, l’istruzione nonché la ricerca scientifica. Ritengo perciò che sia fondamentale aprire gli accessi non solo alla facoltà di Medicina ma anche alla formazione post lauream e dunque alle specializzazioni mediche. In tal modo si garantisce non solo il diritto allo studio ma anche il diritto alla salute dei cittadini che per anni hanno visto programmazioni sottostimate da parte degli Atenei e dai Ministeri dell’Università e della Salute”.

In allegato e di seguito i link in cui è reperibile la news:

http://www.regioni.it/sanita/2020/03/19/coronavirus-consiglio-stato-accoglie-ricorsi-specializzandi-plauso-sindacati-607602/

https://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=82790

https://www.fpcgil.it/2020/03/19/coronavirus-fp-cgil-medici-ok-consiglio-di-stato-su-ricorso-specializzandi/

https://www.avvocatosantidelia.it/categoria/news/

http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/specializzazioni-mediche-e-medicina-generale/2076-coronavirus-fp-cgil-medici-ok-consiglio-di-stato-su-ricorso-specializzandi-tra-le-motivazioni-la-necessita-di-reclutare-medici-per-l-emergenza-sanitaria

https://www.semprediritti.it/index.php/focus/item/790-coronavirus-fp-cgil-medici-ok-consiglio-di-stato-su-ricorso-specializzandi-tra-le-motivazioni-la-necessit%C3%A0-di-reclutare-medici-per-lemergenza-sanitaria

https://www.lavocedeldiritto.it/index.php/lavoro/item/923-consiglio-di-stato-si-all-ammissione-dei-medici-ai-posti-delle-scuole-di-specializzazione

http://www.doctor33.it/politica-e-sanita/covid-consiglio-di-stato-ce-emergenza-scuole-specialita-ammettano-esclusi-a-borse-lasciate-vacanti/?xrtd=LXALLXLXLCYTPALXLRLTSLC

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Specializzazioni mediche Mon, 23 Mar 2020 10:33:39 +0000